=== Sampdoria ===

Emil AUDERO 6,5: sicurissimo negli interventi in uscita e in presa alta. Meritato clean sheet per lui.

Serie A
Sampdoria show: Lazio demolita 3-0 a Marassi
17/10/2020 A 17:53

Bartosz BERESZYNSKI 6,5: difende con ordine e senza sbavature lungo la destra. Il terzino polacco torna a standard particolarmente apprezzabile.

Lorenzo TONELLI 7,5: muro invalicabile della difesa blucerchiato: l'ex Napoli ed Empoli sbarra la strada sia a Caicedo che a Correa.

Maya YOSHIDA 7: imperioso nelle uscite palle al piede: difende bene e imposta addirittura meglio.

Tommaso AUGELLO 8: percussionista della fascia sinistra, da cui confeziona l'assist teso per Quagliarella. Poi, sempre in proiezione offensiva, al 41' libera il mancino all'angolino realizzando il suo primo centro in Serie A.

Antonio CANDREVA 6,5: infaticabile lungo l'out di destra. L'ex Inter risulta preziosissimo in entrambe le fasi.

Dal 79' Valerio Verre: sv.

Albin EKDAL 6: fisicità a metà campo senza troppi fronzoli. Porta a termine tutte le consegne ordinategli da Ranieri.

Dal 58' Adrien Silva 6: subito in palla e già pienamente negli schemi di mister Ranieri, che non ha fatto in tempo ad allenare, dopo averlo fortemente richiesto sul mercato, ai tempi di Leicester.

Morten THORSBY 7: a metà campo le prende tutte e francobolla sia Correa che Luis Alberto. Mediano indispensabile in casa blucerchiata.

Jakub JANKTO 6: ottima spinta lungo la catena di sinistra, fino ad "esaurimento scorte".

Dal 68' Mikkel Damsgaard 7,5: altra prima gioia in Serie A. Il danese classe 2000, schierato sulla sinistra, dona ulteriore frizzantezza all'offensiva blucerchiata e sfiora addirittura la doppietta al minuto 82.

Gaston RAMIREZ 5: nervoso e inconcludente là davanti. La Samp è stata costretta a puntare su altre forze.

Dal 58' Valerio Verre 6,5: ha il grande merito di andare in pressione su Patric e fornire a Damsgaard il pallone del 3-0.

Fabio QUAGLIARELLA 7: imperioso il suo stacco di testa, buono a sbloccare la partita al 32'- C'è sempre.

Dal 79' Keita Baldé: sv.

Mister Claudio RANIERI 8: manda in campo una squadra dalla carica agonistica impressionante. Il suo 4-4-2 "semplice", è quadrato e ben assortito con la squadra che gioca stretta, senza lasciare spazi agli avversari. Un 3-0 rotondo e meritato.

=== Lazio ===

Thomas STRAKOSHA 6: l'unica "colpa" che ha è avere davanti a sé un terzetto difensivo eccessivamente confusionario.

PATRIC 4,5: prima mezzora ben disputata in marcatura, poi - da Quagliarella in avanti - è notte fonda. Emblematico il pallone perso su pressione di Verre, in occasione del 3-0 di Damsgaard.

Francesco ACERBI 5: irriconoscibile e in affanno su ogni iniziativa offensiva della Samp.

Wesley HOEDT 5: al rientro in biancoceleste dopo tre anni, si perde nelle amnesie del reparto arretrato.

Dal 59' Denis Vavro 5: come al solito lento e macchinoso nel contenere gli avversari e in fase di disimpegno.

Marco PAROLO 4: schierato lungo la fascia sinistra per le numerose defezioni, va completamente in balia dell'avversario, in questo causa Augello, che non riesce mai a contenere. Sostituito al termine del primo tempo.

Adam Marusic 6: con lui migliorano le cose in fase di spinta. Sufficienza meritata.

Sergej MILINKOVIC-SAVIC 5: giusto un tiro da fuori, poco prima del tris blucerchiato. Per il resto, prestazione scialba e priva di spunti.

Lucas LEIVA 5: in mediano perde tutti i confronti al cospetto dei dirimpettai Ekdal e Thorsby.

Dal 76' Danilo Cataldi 6: prova a mettere in campo qualche buona idea in una fase in cui, tuttavia, il match si presentava totalmente compromesso.

Luis ALBERTO 5: esattamente come Milinkovic-Savic, va al rallentatore e crea poco per la fase offensiva.

Djavan ANDERSON 5,5: un cross, un bel filtrante ma poca esperienza lungo l'out in cui ad avere la meglio e il dirimpettaio Bereszynski.

Dal 46' Mohamed Faes 6: l'ex SPAL dona maggiore vivacità lungo la fascia di competenza.

Joaquin CORREA 5,5: getta alle ortiche un paio di ottime occasioni. E' stanco dall'impegno in nazionale con l'Argentina (l'ultimo in Bolivia) e si vede.

Felipe CAICEDO 6: nervoso e inconcludente là davanti. Sciupa la chance fornita dall'assenza per squalifica di Immobile.

Dal 59' Vedat Muriqi 6,5: ottimo lavoro di assistenza a Correa. Ha le caratteristiche del bomber, ma si presenta particolarmente "in palla" anche da seconda punta.

Mister Simone INZAGHI 5: la sua Lazio è incerottata, vero. Ma dovrebbe lavorare su altre alternative tattiche in casi come questo: Parolo esterno tutto campo è un'idea da accontanare immediatamente.

Ranieri: "Mi è sembrato che ci sia un gran feeling tra Pirlo e la squadra"

Serie A
Sampdoria show: Lazio demolita 3-0 a Marassi
17/10/2020 A 17:53
Calciomercato
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (01/10)
01/10/2020 A 20:35