Udinese-Inter, match valido per la 19esima giornata di Serie A e disputatosi alla Dacia Arena, si è concluso con il punteggio di 0-0. In virtù di questo risultato, gli uomini di Antonio Conte non agganciano il Milan in testa alla classifica, mentre Gotti trova un altro punto prezioso dopo il pareggio contro l'Atalanta. Di seguito le pagelle del match.

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Serie A
Conte: "Inter protagonista. Il rosso? Per il recupero"
23/01/2021 A 20:15
Champions League, classifiche e risultati gironi | Europa League, classifiche e risultati gironi

Le pagelle dell'Udinese

Juan MUSSO 7 – Miracoloso il suo intervento nel primo tempo sull’amico Lautaro, nella ripresa è attento ma non deve compiere parate particolarmente complicate.
Rodrigo BECAO 5,5 – Perde una palla sanguinosa che spalanca l’area a Lautaro, ci vuole un super Musso. Nella ripresa bada poco per il sottile.
Kevin BONIFAZI 6,5 – Qualche errore di troppo in uscita, ma su Lukaku è praticamente perfetto. E con le sue progressioni spezza la pressione dell’Inter (Dal 62’ Sebastien DE MAIO 6,5 – Tiene bene dietro, anche per i demeriti dell’Inter).
SAMIR 7 – Gran partita del difensore dell'Udinese, che nonostante il giallo sulle spalle si rende protagonista di una prestazione di assoluto livello: salva tutto il salvabile.
Jens STRYGER LARSEN 6 – Nel primo tempo si rende pericoloso con uno stacco imperioso a sovrastare Young. Dietro prestazione di ordinaria amministrazione. (Dal 79’ Bram NUYTINCK S.V.)
Rodrigo DE PAUL 6,5 – La metamorfosi dell'argentino in un moderno tuttocampista è testimoniata da questa partita: più quantità che qualità, più sacrificio che giocate. Preziosissimo.
Tolgay ARSLAN 5 – Stende Vidal e si prende il giallo, atterra Lukaku e rischia il rosso. Per Gotti è abbastanza: fuori poco dopo la mezz’ora. (Dal 33’ WALACE 6 – In impostazione non è un fattore, decisamente più prezioso in copertura.)
Roberto PEREYRA 6 – Si sacrifica per gran parte del match e lo fa con dedizione e attenzione. Nel finale si avvicina alla porta, ma spara in curva l’unica occasione che ha.
Marvin ZEEGELAAR 6 – Ha il compito di affrontare Hakimi: nel primo tempo se la cava bene, nella ripresa ha la peggio. Ma il marocchino non ne approfitta. (Dal 78’ Nahuel MOLINA S.V.)
Kevin LASAGNA 6 – Non ha molti palloni giocabili e De Vrij lo tiene con la solita precisione. Ma per i compagni è sempre un porto sicuro.
Gerard DEULOFEU 5,5 – E’ chiamato soprattutto a una prova di sacrificio: grande dedizione, ma manca lucidità davanti. (Dal 62’ Rolando MANDRAGORA 6 – Il suo ingresso fa avanzare Pereyra e dà nuova linfa al centrocampo dell’Udinese)
All. Luca GOTTI 7 – I due punti contro Atalanta e Inter sono il segnale che la strada intrapresa è quella giusta. Anche perché gli unici pericoli veri arrivano da errori individuali.

Musso - Udinese-Inter - Serie A 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Le pagelle dell'Inter

Samir HANDANOVIC 6 – Non è chiamato a particolari interventi: ordinaria amministrazione.
Milan SKRINIAR 5,5 – Piccolo passo indietro rispetto alle ultime prestazioni: quando è chiamato a gestire la manovra, spesso è impreciso.
Stefan DE VRIJ 6,5 – Solita padronanza impeccabile della retroguardia nerazzurra: con classe ed esperienza chiude i contropiedi dell’Udinese.
Alessandro BASTONI 6 – In avvio di partita si prende un rischio enorme, rinviando addosso a De Paul nella sua area. Nel gioco aereo è sempre puntuale e in impostazione è ormai una sicurezza.
Achraf HAKIMI 5 – Stecca. Dà sempre l’impressione di poter sfondare, ma soprattutto nel secondo tempo sbaglia scelte: in tre occasioni non calcia ed è molto impreciso.
Arturo VIDAL 5,5 – Dopo aver dimostrato di poter rendere ancora ad alti livelli contro la Juve, oggi torna il giocatore poco incisivo delle altre partite: buon filtro, ma male in impostazione. (Dal 70’ Stefano SENSI 5 – Entra male: commette falli, rallenta la manovra e non dà il cambio di marcia).
Marcelo BROZOVIC 6 – Qualche volta rallenta la manovra dei suoi, ma il suo lavoro di schermo e copertura è preziosissimo.
Nicolò BARELLA 6,5 – L’MVP contro la Juve si conferma tra i migliori anche oggi: energia da vendere, nel primo tempo sfiora l’eurogol con uno splendido destro da fuori.
Ashley YOUNG 5 – Totalmente assente dalla partita: non crea pericoli e anzi compie diverse imprecisioni, anche molto banali. (Dal 70’ Ivan PERISIC 5 – Non si crea i presupposti per incidere dal suo ingresso in campo).
Romelu LUKAKU 5,5 – Male anche il belga oggi: deve giocare una partita sporca ed è comunque un appoggio costante per i compagni, ma non riesce a mettere la sua impronta nel match.
Lautaro MARTINEZ 5 – Ci prova, ma il fuorigioco e Musso gli dicono di no nel primo tempo. E nella ripresa sparisce completamente. (Dal 70’ Alexis SANCHEZ 5,5 – Qualche buona giocata tra le linee, ma non basta).
All. Antonio CONTE 5 – Da una squadra come l'Inter, reduce dalla vittoria con la Juve e con la possibilità di agganciare il Milan, ci si aspettava una prova rabbiosa. Quantomeno dopo l'intervallo, come successo contro la Roma: i nerazzurri raramente schiacciano gli avversari e sembrano accontentarsi del pari.

Conte: "Inter nervosa? No, è attaccamento alla maglia"

Serie A
Lite Maresca-Conte: "Bisogna accettare quando non si vince"
23/01/2021 A 19:37
Serie A
Udinese-Inter, la moviola: chiesto il rosso per Arslan, espulso Conte
23/01/2021 A 17:22