Roma-Inter è una sfida speciale per José Mourinho ma anche una partita niente male per Simone Inzaghi, che fino all’anno scorso si giocava il derby con i giallorossi da allenatore della Lazio. Il bilancio totale di Inzaghi fu di quattro vittorie, tre pareggi e cinque sconfitte, l’ultima proprio nell’ultimo derby e ancora per 2-0 il 15 maggio 2021, l’ultimo spiraglio di gioco mostrato da Paulo Fonseca in giallorosso. Ecco le sue impressioni alla vigilia.
Serie A 2021-2022, la classifica aggiornata | Serie A 2021-2022, calendario e risultati | Serie A 2021-2022, la classifica marcatori aggiornata

Ciclo di ferro

Calciomercato
Inter, da Kostic a Castagne: i nomi per il vice Perisic
12 ORE FA
"La partita più importante per noi in questo ciclo di match: la Roma è forte e ha valori importanti, dovremo fare una partita da vera Inter. La Roma sarà arrabbiata per l'ultima sconfitta"

Lautaro

"Deve continuare così: è giovane, può migliorare, ma sono soddisfatto di lui e di tutti gli attaccanti in rosa. Ci aiutano anche nel non possesso"
Nelle prime partite abbiamo perso punti per situazioni e rigori nei minuti di recupero: dobbiamo far girare gli episodi a nostro favore.

Mourinho

"Sarà un piacere incontrare l'allenatore del Triplete: non lo conosco, non l'ho mai affrontato. Per lui sarà una partita speciale, quindi noi dovremo fare ancora più attenzione. Conosciamo quello che ha fatto in tutti i club in cui è stato"

Emergenza?

"Non ci sono Ranocchia, Darmian, poche possibilità per De Vrij e Kolarov, da valutare Bastoni e altre contusioni per altri giocatori"

Titolo d'inverno

"Conta fino a un certo punto: quando eravamo distanti ero tranquillo, perché la squadra giocava e si allenava bene. Nelle ultime 10 partite abbiamo fatto 8 vittorie e 2 pareggi. Tutti corrono, ma giochiamo partita per partita".

300 infortuni da inizio stagione in A

"Ci siamo in mezzo tutti noi allenatori: giocare ogni 2-3 giorni non è semplice. Bisognerebbe forse cominciare prima la stagione, oppure tenere fermo il campionato per far giocare le nazionali. Contro lo Spezia ho avuto 4 difensori in meno, ma in emergenza abbiamo risposto nel migliore dei modi".

Aria di derby

"Tornare a Roma fa un certo effetto: questa è una partita di cartello, non è più un derby, ora son al 100% con l'Inter e sappiamo che di fronte c'è una squadra importante con un grandissimo allenatore. Gara di corsa, aggressività, determinazione e soprattutto di personalità".

Dzeko

"Per lui sarà una partita particolare, ma lo sarà per noi tutti perché vogliamo fare una grande partita".

Messi vince il suo 7° Pallone d'Oro: rivivi la premiazione

Serie A
Inter, ufficiale il nuovo bond: 415 milioni per rifinanziare il debito
14 ORE FA
Serie A
Abraham e Zaniolo lanciano la Roma: Empoli steso 2-4
IERI A 16:45