Caos in casa Bologna. Il Corriere dello Sport ha ricostruito l’incontro svoltosi giovedì all'ora di pranzo a Castedebole tra quindici tifosi di esponenti della curva rossoblù, la squadra, Thiago Motta e il suo staff tecnico e anche alcuni dirigenti. "È l’ultima volta che veniamo qui bonariamente", hanno detto gli ultrà. La risposta, secondo il quotidiano con sede a Roma, non si è fatta attendere. "Cos’è, una minaccia?" ha apostrofato Thiago Motta. "A Bologna non funziona come a La Spezia", hanno detto ancora i tifosi. I toni si sono alzati. L’allenatore, che aveva da poco guidato la seduta di allenamento, si è messo subito a fare da scudo alla squadra. E' servito addirittura l’intervento di alcuni presenti per placare la situazione ed evitare un contatto fisico.
Anche con Gary Medel c’è stato un momento di tensione: i tifosi stavano dicendo che per l’atteggiamento grintoso lui e Arnautovic devono giocare sempre. In quei momenti concitati e di tensione il nazionale cileno ha frainteso ed è scattato. A fare da pacieri ci hanno provato il vice capitano Lorenzo De Silvestri e lo stesso Arnautovic. Gli esponenti dei gruppi della Curva hanno poi aggiunto che nelle prossime due partite, sabato sera contro la Sampdoria e nella successiva di campionato a Napoli, vogliono vedere un cambio dell’atteggiamento.
Serie A
Tonali lascia il ritiro dell'Italia: il Milan lo aspetta a inizio dicembre
18/11/2022 ALLE 08:30

Mourinho: "Thiago Motta è uno 'dei miei', non è solo Triplete"

Serie A
I voti del "primo" campionato: dietro il Napoli, solo montagne russe
14/11/2022 ALLE 19:12
Serie A
Probabili 15ª: Milan: Thiaw ancora titolare. Juve con Di Maria
11/11/2022 ALLE 12:47