Continua lo scontro a distanza tra Inter, Milan e il comune di Milano: oltre a non arrivare a un accordo sulla questione nuovo stadio, i due club calcistici e il comune meneghino hanno frizioni anche su altri fronti. Secondo la ricostruzione del Corriere della Sera, infatti, lo scontro questa volta è sull'attuale stadio di San Siro: dalla chiusura dei bilanci infatti è uscito che i due club dovrebbero corrispondere 1,7 milioni di euro in più al comune di Milano. Proviamo a spiegare perché.

Il progetto Populous del nuovo stadio di Milano

Credit Foto Getty Images

Lo sconto

Serie A
Pioli: "Ci abbiamo sempre creduto, tutti dalla stessa parte"
13 ORE FA
La pietra dello scandalo questa volta riguarda l'affitto di San Siro: si legge sul CorSera che "a ottobre dell’anno scorso il comune, dopo aver preso visione dei bilanci delle squadre, accorda una riduzione del canone: 7 milioni e 200 mila euro per la stagione 2019-2020 e 7 milioni e 500mila per il 2020-2021. Lo sconto è rispettivamente di 2 milioni e 200 mila euro e di 1 milione e 900 mila per gli anni successivi. Troppo poco e non proporzionato al danno subito con la chiusura dell’impianto al pubblico secondo le squadre che contestano le cifre del Comune e chiedono il riesame della pratica. Cosa che pur con qualche mese di ritardo è effettivamente successa e pochi giorni fa è arrivata la doccia fredda".

La revisione

Il Comune infatti ha rivisto i conti degli ultimi due anni e ha deciso di aumentare il costo dell'affitto - in base all'andamento del riempimento degli stadio e se da un lato ha aumento lo sconto per la stagione 2019/20 - portandolo da 7,2 milioni a 9,2 milioni. Ora di fatto i due club devono altri 1,7 milioni di euro al Comune: un salasso non da poco, se pensiamo poi che qualche giorno fa la Corte dei Conti ha bacchettato il Comune sui lavori pregressi allo stadio. Quelli per cui Palazzo Marino ha chiesto (la delibera è arrivata venerdì in giunta) 10 milioni di arretrati alle due squadre.

Una veduta esterna dello Stadio Giuseppe Meazza di milano, Getty Images

Credit Foto Getty Images

In agenda c’è un altro incontro, quello dei club con il coordinatore del dibattito pubblico Andrea Pillon, previsto entro la fine della settimana. Staremo a vedere se sarà rottura definitiva o meno.

Populous vs Sportium: gli spettacolari progetti del nuovo stadio che sostituirà San Siro

Serie A
Parla Radu: "Errore capita a tutti, importante è reagire"
02/07/2022 A 15:06
Serie A
Diritti tv: Inter regina del campionato, ma che distanza dalla Premier
29/06/2022 A 09:27