"Nella formazione titolare potrebbero esserci diversi cambi, ma per quanto riguarda la formazione, ci penseremo domani". Il commissario tecnico della nazionale italiana Roberto Mancini ha dato solo questo indizio nella conferenza stampa di presentazione della seconda giornata di Nations League, in programma martedì 7 giugno alle 20,45 all'Orogel Stadium-Dino Manuzzi di Cesena contro l'Ungheria. I magiari di Marco Rossi arrivano dalla sorprendente vittoria per 1-0 contro l'Inghilterra alla Puskas Arena (rete su rigore di Dominik Szoboszlai), mentre gli Azzurri dal comunque positivo 1-1 di Bologna.
| TUTTE LE NOTIZIE DI NATIONS LEAGUE |

Quale sarà il modulo della nuova Italia?

UEFA Nations League
Donnarumma, la lussazione non preoccupa: ci sarà con l'Ungheria
06/06/2022 ALLE 10:11
La domanda, allora, sorge spontanea: la tanto chiacchierata rivoluzione della nuava Italia passa anche da un determinato modulo. Mancini spiega: "Si può vincere in tante maniere diverse. Siamo solo all'inizio: la squadra è giovane, i giocatori sono tanti e occorre trovare una nuova stabilità. La strada è lunga. Con la Germania abbiamo impiegato un po' di tempo a prenderle le misure, ma mi pare si trattasse di un avversario particolarmente forte...".

Italia-Germania, Nations League 4 giugno 2022: esultanza Sandro Tonali e Lorenzo Pellegrini (Getty Images)

Credit Foto Getty Images

"Deciderà Donnarumma se giocare o meno. Cristante? Ci ha dato equilibrio"

Non mancano, ovviamente, le domande su Gianluigi Donnarumma: "Ha questo problema di lussazione del mignolo della mano sinistra. Io do la precedenza a lui, perché per me il portiere, e per me lui è il migliore d'Europa, deve giocare con continuità. Deciderà lui, domani, se se la sentirà di giocare o meno". Nella partita contro la Germania si è visto un ottimo Bryan Cristante, in grado di dare equilibrio in mezzo al campo. Il giocatore della Roma può quindi sostituirsi a Manuel Locatelli? "Locatelli è una mezz'ala, in quel ruolo sarebbe adattato. In rosa solo Cristane ed Esposito possono essere considerati veri e propri 'play'".

Gigio Donnarumma in Nazionale

Credit Foto Getty Images

"Scamacca? Ottimo, ma deve migliorare nello stacco"

Come possono essere giudicati, là davanti, i movimenti di Scamacca: "Gianluca è un attaccante dalle grandissime possibilità. Veloce, potente, generoso, anche se deve ancora migliorare molto nello stacco, nonostante sia alto. Con un po' di tempo e di impegno, secondo me può diventare un grande attaccante".

Sule e Scamacca, Italia-Germania

Credit Foto Getty Images

"Gnonto sa giocare a calcio come pochi per l'età che ha"

E poi c'è Willy Gnonto, l'uomo - anzi - il ragazzo del momento: "Per l'età che ha, sa giocare a calcio come pochi. Il suo ruolo è quello di seconda punta, ma per caratteristiche può giocare bene anche esterno. E mi pare si sia visto. Ora, però, lasciamolo crescere tranquillo, è un 2003...".

Wilfried Gnonto, Nazionale Italiana, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Marco Rossi, l'Ungheria e i possibili nuovi esordi

Che ne pensa di Marco Rossi e della sua Ungheria? "Ha battuto l'Inghilterra con merito, ha pareggiato contro Francia e Germania agli Europei, è una squadra difficile da affrontare. Marco ha fatto un lavoro straordinario, insieme da calciatori abbiamo condiviso la maglia della Sampdoria: una persona veramente perbene oltreché un tecnico molto preparato". Ci saranno nuovi esordi nell'Italia: "Se sono tra i 23 sì, non è assolutamente un problema".

Mancini: "Gnonto bravo come pochi, ma lasciamolo tranquillo"

UEFA Nations League
L'Ungheria di Rossi fa l'impresa: battuta l'Inghilterra 1-0
04/06/2022 ALLE 19:02
Ligue 1
Neymar-gol al PSG "Le Classique" col Marsiglia: 1-0
16/10/2022 ALLE 18:43