Brutto episodio prima dell'inizio della partita del campionato scozzese tra Glasgow Celtic e Livingston. Durante il minuto di silenzio osservato in tutto il Regno Unito per commemorare il Principe Filippo, infatti, gli ultrà del Celtic fuori dallo stadio di Glasgow hanno dato vita a un vero e proprio scompiglio, oltraggiando la memoria di Filippo e offendendo la Famiglia Reale.
Mentre si osservava il raccoglimento, infatti, da fuori hanno cominciato ad arrivare rumori assordanti a causa dell'esplosione di fuochi d'artificio sparati dai tifosi biancoverdi oltre le mura, un gesto che ha lasciato sbigottiti giocatori e arbitri in campo, sollevando anche i rimproveri del telecronista del match.
Serie A
Pirlo: "CR7? L'ho visto contento di uscire. Su Calvarese..."
2 ORE FA
Se infatti il minuto di silenzio è, appunto, di silenzio, profanarlo con petardi e botti è decisamente irriguardoso; se poi si considera che Philip Mountbatten, oltre a essere Altezza Reale della Corona britannica era anche il Duca di Edimburgo, l'oltraggio è doppio, visto che si tratta di un titolo nobiliare legato alla Scozia, terra di cui Glasgow fa parte e di cui Edinburgo è la capitale.
Per la cronaca, il Celtic ha vinto 6-0.

Mourinho ricorda il principe Filippo: "Le mie condoglianze"

Serie A
Stellini: "Calvarese? Episodi parlano da soli, tutti hanno visto"
2 ORE FA
Serie A
Scontri con polizia, spintoni, insulti a Belotti: caos Torino
2 ORE FA