Questa mattina a Mantova un ragazzo di 24 anni ha tentato il sucidio lanciandosi dal ponte del fiume Mincio e solo l’intervento provvidenziale di Luca Beccaro, atleta italiano di canoa di velocità che parteciperà ai prossimi giochi olimpici di Tokyo, e dei suoi compagni di squadra ha evitato un tragico epilogo.
I canoisti azzurri stavano svolgendo come ogni mattina gli allenamenti in vista degli Europei che partiranno tra un paio di settimane ma all’improvviso hanno assistito al lancio dal ponte del ragazzo. Dopo qualche attimo di incredulità i cinque atleti si sono avvicinati immediatamente al giovane capendo che non si trattasse di uno scherzo ma di qualcosa di davvero serio. Beccaro ha immediatamente fatto salire sulla prua della sua canoa il malcapitato - vestito con abiti molto pesanti - mentre gli altri ragazzo cercavano di tranquillizzarlo. Qualche minuto più tardi dal centro federale di Sparafucile è partito il motoscafo con a bordo c.t. Oreste Perri che ha tratto definitivamente in salvo il 24enne. A riva intanto, dopo essere stati allertati, erano arrivati anche un'ambulanza e i Carabinieri.
"È stata una fortunata coincidenza che ci trovassimo lì in quel momento. Siccome c'era vento, ci siamo diretti verso la città per essere più riparati. L'uomo era molto spaventato e ho cercato di farlo sedere sulla mia canoa, abbiamo anche rischiato di cadere entrambi ma per fortuna è andata bene" ha dichiarato Luca Beccaro dopo il bellissimo gesto.
Canoa
Legends Live On: Tony Estanguet, dai Pirenei ai tre ori olimpici
16/09/2021 A 09:01

Che dolcezza! La figlia di Simeone canta l’inno dell’Atletico

Tokyo 2020
GERMANIA, CHE RIMONTA NEL K4 500M: CONTROSORPASSO NEL MEDAGLIERE
07/08/2021 A 06:43
Tokyo 2020
GIOIA MAGIARA! UNGHERIA TRIONFA NEL K4 500 METRI
07/08/2021 A 06:34