L'amaro in bocca dura appena 24 ore per Sonny Colbrelli. Dopo il secondo posto dietro a Peter Sagan a Martigny, il corridore della Bahrain si prende la scena nella seconda tappa del Tour de Romandie e torna ad alzare le braccia dopo quasi nove mesi. Bravo e tenace il lombardo a resistere sulla salita finale e presentarsi allo sprint ridotto di Saint-Imier da favorito, completando l'opera bruciando Patrick Bevin (Israel) e Marc Hirschi (UAE-Emirates). Giornata tutto sommato tranquilla per i big della generale, che non si scornano tra loro e arrivano tutti insieme sul traguardo. Rohan Dennis resta in maglia gialla proprio davanti a Bevin, ora secondo grazie all'abbuono, e ai compagni di squadra Geraint Thomas e Richie Porte. Fuochi d'artificio rimandati a sabato.

Colbrelli, che rivincita! Sua la seconda tappa, battuti Bevin e Hirschi

L'ordine d'arrivo della seconda tappa

Tour de Romandie
Masnada: "Giro? La mia condizione crescerà ancora"
02/05/2021 A 20:19
1. S. COLBRELLI4h21'42''
2. P. BEVINst
3. M. HIRSCHIst
4. C. CHAMPOUSSINst
5. D. ULISSIst
6. W. KELDERMANst
7. I. VAN WILDERst
8. F. MASNADAst
9. R. COSTAst
10. M. SOLERst

Sei in fuga

Dopo il tripudio Ineos nel cronoprologo e la zampata di Peter Sagan a Martigny, il Romandia alza ancor di più il volume della musica: sei Gpm e 3400 metri di dislivello tra Neuveveille e Saint-Imier per riscrivere la classifica generale. La partenza è bruciante, con numerosi tentativi di fuga, ma è solo sull’ascesa di Preles che l’attacco si concretizza. Se ne vanno questi sei uomini: Davide Villella (Movistar), Antwan Tolhoek (Jumbo-Visma), Rein Taaramae (Wanty-Gobert), Jonathan Caicedo (Education First), Christopher Hamilton (DSM) e Hermann Pernsteiner (Bahrain-Victorious).

Tour de Romandie 2021

Credit Foto Getty Images

Taaramae l'ultimo ad arrendersi

La corsa alterna salite di seconda categoria e rapide discese, in uno spartito che porta Villella ad incamerare punti d’oro nella classifica degli scalatori per rovesciare il leader Suter. La Ineos ovviamente tira il gruppo senza scomporsi, in attesa di possibili scintille nel finale. In un tratto apparentemente interlocutorio, Taaramae allunga sui compagni di fuga e fa subito il vuoto. L’estone approccia per primo la salita di Les Pontins, mentre gli altri attaccanti vanno alla deriva e vengono ripresi in breve dal gruppo. Ma anche l'avventura dell'ultimo coraggioso ha vita breve e si conclude sull'ascesa di La Vue des Alpes, a 20 km dal traguardo.

Dennis uomo squadra, Caruso pure: vince Colbrelli

La sesta e ultima salita non stuzzica i big. Woods e Kuss scalpitano in testa a quel che resta del gruppo, ma nessuno attacca con convinzione. Anche perchè a tirare si mette addirittura la maglia gialla Rohan Dennis, mettendo in chiaro le gerarchie Ineos per il prosieguo della corsa. L'australiano traina il gruppo oltre il Gpm e continua la sua opera nella veloce discesa, impedendo di fatto ogni tentativo di attacco anticipato. Arrivano circa quaranta uomini a giocarsi lo sprint. La Bahrain è in superiorità numerica e se la gioca alla grande: prima Jack Haig e soprattutto poi Damiano Caruso apparecchiano la tavola per Sonny Colbrelli, che ringrazia e sgomita a testa bassa per il successo numero 27 in carriera.

La classifica generale

1. R. DENNIS8h39'48''
2. P. BEVIN+8''
3. G. THOMAS+9''
4. R. PORTEst
5. S. COLBRELLIst
6. M. HIRSCHI+11''
7. Je. HERRADA+14''
8. M. CATTANEO+15''
9. W. KELDERMAN+16''
10. I. VAN WILDERst

Rivivi la seconda tappa (contenuto premium)

Premium
Ciclismo

Giro di Romandia | 3a tappa

02:05:15

Replica
Tour de Romandie
A Cavagna la crono, a Thomas la generale: gli highlights
02/05/2021 A 14:22
Tour de Romandie
Thomas: "Grande settimana, ora l'obiettivo è il Tour"
02/05/2021 A 14:19