Finalmente ci siamo, quest’oggi, mercoledì 3 marzo, avrà inizio la nuova stagione ciclistica italiana che si aprirà, come di consueto, con il Trofeo Laigueglia. Quest’anno la piccola classica ligure, giunta alla sua 58esima edizione, ha attratto l’attenzione di tantissimi big che si sfideranno lungo i 203 chilometri con partenza e arrivo a Laigueglia, sul classico percorso delle scorse annate; ma dove le ascese di Colla Micheri e Capo Mele, che decideranno le sorti della corsa, verranno affrontate una volta in più rispetto al consueto.
Tutto il meglio del ciclismo LIVE e senza pubblicità a metà prezzo!

Percorso

Tour de Wallonie
A Jakobsen l'ultima tappa, Simmons vince il Giro di Vallonia
36 MINUTI FA
Dopo la partenza da Laigueglia il gruppo transiterà per Alassio, Albenga, Ceriale, prima di affrontare il GPM di Cima Paravenna. Passato lo scollinamento, si tornerà verso Laigueglia deviando in direzione dell’ascesa del Testico. Una volta rientrati in Via Roma, dov’è piazzata la linea del traguardo, inizierà il circuito conclusivo che presenta i GPM di Colla Micheri e Capo Mele, che verranno affrontati quattro volte fino a 3 chilometri dalla conclusione. Questi ultimi sono strappi brevi di circa 2 chilometri con pendenze che sfiorano la doppia cifra. Dopo l’ultimo scollinamento inizierà la rincorsa verso la linea d’arrivo prima sul lungomare di Laigueglia, e poi, negli ultimi 400 metri, nell’entroterra di Via Roma.

Giulio Ciccone - trofeo Laigueglia 2020 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Favoriti

Troveremo al via uomini come Vincenzo Nibali, il vincitore uscente Giulio Ciccone, entrambi super capitani della Trek-Segafredo con Gianluca Brambilla e Bauke Mollema. Uno squadrone che fa già paura. Ma attenzione alla corazzata belga della Deceuninck-Quick Step con due protagonisti di questa prima parte di stagione come Davide Ballerini e Andrea Bagioli. Passiamo dunque alla Ineos Grenadiers di Egan Bernal, Gianni Moscon e Michal Kwiatkowski. Un terzetto temibile. Abbiamo dunque un altro team pronto a mettersi in mostra, ossia la Bahrain Victorius con l’azzurro Sonny Colbrelli, fiancheggiato da Mikel Landa e Pello Bilbao. Da citare anche Nairo Quintana (Arkéa Samsic) e Thibaut Pinot (Groupama-FDJ). Al via anche due vincitori del Laigueglia come Simone Velasco (Gazprom-RusVelo), trionfatore nel 2019, e Fabio Felline (Astana-Premier Tech), primatista nel 2017. E continuando tra gli italiani che quest’oggi saranno, senza ombra di dubbio, gli uomini da battere in gruppo, possiamo citare anche Diego Rosa (Arkéa Samsic), Andrea Vendrame (AG2R Citroen Team), Lorenzo Rota (Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux), andati vicinissimi alla vittoria nell’edizione del 2020, ma anche un’agguerritissima Bardiani CSF Faizanè con Enrico Battaglin, Giovanni Visconti e Davide Gabburo, e la Eolo-Kometa di Vincenzo Albanese, Francesco Gavazzi e Mattia Frapporti.

Il ruggito di Ballerini, riguarda la volata vincente alla Omloop

Tokyo 2020
Nibali: "Ci abbiamo provato, dobbiamo accettare il risultato"
UN' ORA FA
Tokyo 2020
Cassani: "Orgoglioso dell'Italia, non eravamo favoriti"
4 ORE FA