Una qualifica strana, particolare, difficilmente da capire nei minimi dettagli. Ciò che è chiaro come il sole è la 43sima pole position in carriera di Sebastian Vettel, che domina in lungo e in largo questa qualifica, ma il tedesco non è per nulla tranquillo. Perché? Semplice: in tanti hanno sacrificato questa Q3 per pensare alla gara. Ormai il sabato è diventato parte integrante della domenica e gente come Webber, Alonso e le McLaren elaborano una strategia alternativa. Vedremo domani chi avrà ragione, ma l'impressione è che Seb forse si sia un po' complicato la vita partendo domani con le morbide. Il blistering è il tema fondamentale di questo weekend e la Red Bull sembra soffrirne e non poco. Webber e Alonso partiranno invece con le dure, con un quarto e un ottavo posto in griglia. La nota lieta è che la Ferrari non è così distante dalla squadra austriaca a parità di gomme e la strategia differente potrebbe rimescolare i valori in campo. Le morbide potrebbero durare meno di 7 giri, ed entrare ai box così presto potrebbe essere una tattica suicida, rientrando in pista in mezzo al traffico.
LA CRONACA
La Q1 parte con 2 piloti a provarci solo con le dure: questi sono Sebastian Vettel e Romain Grosjean. La tattica naturalmente è vincente per la Red Bull che risparmia un treno di gomme per la Q3. La Lotus invece commette l'errore più classico, con il francese che rimane clamorosamente eliminato, insieme a Maldonado e ai team minori.
Gran Premio di India
Alonso: "Possiamo lottare per la vittoria"
26/10/2013 A 10:04
In Q2 invece sono tutti con le morbide, e la sorpresa è certamente la straordinaria competitività di Fernando Alonso. Vettel chiude con il miglior tempo, ma il ferrarista è secondo e si inserisce tra le due Red Bull. A qualificarsi per la Q3 ci sono anche le due Mercedes, le McLaren, Felipe Massa, la Lotus di Raikkonen e il fenomenale Hulkenberg, che si conferma ad altissimi livelli.
La Q3 invece è ricca di colpi di scena: Webber e Alonso escono subito con le dure, mentre Vettel è l'unico pilota ad avere due treni nuovi di soft. Il tedesco stampa subito un tempo irraggiungibile per tutti, con Rosberg e Hamilton alle sue spalle ma distanti oltre sette decimi. L'australiano della Red Bull però è bravissimo a qualificarsi con l'altra mescola addirittura quarto, davanti a Felipe Massa, Raikkonen e Hulkenberg, tutti e tre con un unico treno di morbide. Alonso non riesce ad andare oltre all'ottavo posto, ma fiduciosissimo per la gara. Chiudono la top ten le Mercedes, con Perez davanti a Button.
LA STATISTICA CHIAVE
Sono ben 4 le pole consecutive di Sebastian Vettel. Un risultato che testimonia lo strapotere attuale della scuderia, ma, come detto, è forse la pole che lascia più dubbi nella testa del tedesco. Tutti sono convinti, a parole, di aver fatto la migliore strategia, Ma Seb non sembra veramente convinto della tattica della squadra.
IL MIGLIORE
Mark WEBBER: Vettel è autore di una qualifica stellare, siamo tutti d'accordo. Ma il quarto tempo di Webber con le morbide lo pone di diritto come migliore di oggi, e come potenzialmente vincitore di questo GP. Tutto verte intorno alla tenuta delle gomme nella prima fase di gara: se dovessero veramente crollare entro pochi giri, l'australiano potrebbe prendere il volo.

Fernando Alonso en el GP de India de 2013

Credit Foto EFE

LA DICHIARAZIONE
Fernando ALONSO: "Abbiamo pensato alla strategia prima delle qualifiche, dopo il Q2 ne abbiamo riparlato ma era molto difficile, siamo 50 e 50 perché una gomma ti regala una posizione migliore in partenza, l'altra una gara senza traffico perché chi ha le soft rientrerà presto ai box. Fino a domani non possiamo sapere quale sarà la strategia migliore ma avendo deciso strategie diverse per me e Massa, almeno una macchina andrà bene. Il team ha voluto fare così e sia io che Felipe siamo d'accordo per provare ad aiutare la squadra al massimo. In Germania eravamo partiti con le dure che invece sono andate meglio del previsto e la strategia non ha funzionato bene. Se domani succede uguale non sarà un vantaggio partire con le medie, altrimenti avremo la possibilità di lottare per il podio ma anche con Webber per la vittoria".
TABELLINO
CLASSIFICA: Vettel, Rosberg, Hamilton, Webber, Massa, Raikkonen, Hulkenberg, Alonso, Perez, Button, Ricciardo, Di Resta, Sutil, Vergne, Bottas, Gutierrez, Grosjean, Maldonado, Bianchi, Van Der Garde, Pic, Chilton
FUORI DALLA Q2: Ricciardo, Di Resta, Sutil, Vergne, Bottas, Gutierrez
FUORI DALLA Q1: Grosjean, Maldonado, Bianchi, Van Der Garde, Pic, Chilton
Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport
Formula 1
Sainz: "Chiarezza dopo l'episodio tra Hamilton e Verstappen"
15 ORE FA
Formula 1
Todt: "Non ho mai considerato Schumacher il migliore di sempre"
IERI A 13:30