La ginnastica artistica è una delle discipline che assegna più medaglie alle Olimpiadi, con 14 ori in palio in totale (8 nelle gare maschili, 6 a livello femminile).

Calendario e orari: gare dal 6 al 16 agosto

Tutte le gare della ginnastica artistica si svolgeranno nell’Arena Olimpica di Rio. Questo è il programma completo con le relative fasce orarie.
Rio 2016
Vanessa Ferrari: operazione al tendine sinistro perfettamente riuscita
22/09/2016 A 18:00
  • 6 agosto: Qualificazioni maschili (dalle 15:30 alle 02:00 ora italiana)
  • 7 agosto: Qualificazioni femminili (dalle 14:45 alle 03:00 ora italiana)
  • 8 agosto: Finale a squadre maschile (dalle 21:00 alle 24:00 ora italiana)
  • 9 agosto: Finale a squadre femminile (dalle 21:00 alle 23:15 ora italiana)
  • 10 agosto: Finale individuale maschile (dalle 21:00 alle 23:45 ora italiana)
  • 11 agosto: Finale individuale femminile (dalle 21:00 alle 23:10 ora italiana)
  • 14 agosto: Finali di specialità corpo libero M, volteggio F, cavallo con maniglie M, parallele asimmetriche F (dalle 19:00 alle 22:00 ora italiana)
  • 15 agosto: Finali di specialità anelli M, trave F, volteggio M (dalle 19:00 alle 21:25 ora italiana)
  • 16 agosto: Finali di specialità parallele M, corpo libero F, sbarra M (dalle 19:00 alle 21:15 ora italiana)
  • 17 agosto: Galà conclusivo (dalle 16:00 alle 17:30 e poi dalle 20:00 alle 21:30 ora italiana)
Nelle finali di specialità M e F indicano rispettivamente le gare Maschili e Femminili.

Italiani in gara

L’Italia ha concluso l’iter di qualificazione portando a Rio un solo individualista a livello maschile, mentre per il settore femminile ci sarà l’intera squadra azzurra, con 5 ginnaste.
Settore maschile
  • Ludovico Edalli
Settore femminile
  • Erika Fasana
  • Carlotta Ferlito
  • Vanessa Ferrari
  • Elisa Meneghini
  • Martina Rizzelli

Favoriti? Pronostici? L’opinione di Eurosport

Considerato il livello di avversari e avversarie nelle finali individuali, probabilmente la chance principale di medaglia per l’Italia è quella della gara a squadre femminile, anche se le Azzurre dovranno misurarsi con i colossi della ginnastica mondiale (Stati Uniti, Russia e Cina su tutte). Il quintetto azzurro guidato dal direttore tecnico Enrico Casella ha i numeri per far bene, ma ovviamente all’Italia servirà una gara perfetta per centrare un obiettivo storico. A livello individuale poi occhi puntati sul corpo libero di Vanessa Ferrari e la trave di Carlotta Ferlito (finali di specialità possibili?), mentre in campo maschile Edalli non ha obiettivamente chance di medaglia.
A livello internazionale due fuoriclasse da ammirare – Kohei Uchimura tra gli uomini, Simone Biles tra le donne – e molti interessantissimi outsider, dal cubano Manrique Larduet alla svizzera Giulia Steingruber, passando per l’eterna Oksana Chusovitina che a 41 anni prenderà parte alla sua settima Olimpiade.