Giorgia Villa si sta per lasciare alle spalle un’annata agonistica decisamente sfortunata. L’infortunio al piede, maturato agli Assoluti di luglio (dove tra l’altro vinse il concorso generale individuale), le impedì di partecipare alle Olimpiadi di Tokyo 2020, il grande obiettivo della sua prima parte di carriera. La bergamasca è poi tornata in scena al Memorial Gander a novembre, accusando un nuovo infortunio (fortunatamente non così grave come quello estivo). La 18enne ha successivamente preso parte al Grand Prix di Milano, la grande festa organizzata per celebrare la memorabile stagione della ginnastica italiana.
Proprio in occasione dell’evento dell’Allianz Arena, la capitana delle Fate, bronzo con la squadra ai Mondiali 2019, è stata intervistata da Chiara Sani per Ginnasticomania, trasmissione di OA Sport in collaborazione con Sport2U. L’azzurra si è soffermata proprio sul suo stato fisico: “Dopo il mio anno non fortunato, posso dire di stare abbastanza bene, anche dopo l’infortunio che ho purtroppo riavuto in Svizzera. In palestra mi sto dedicando a parallela e a trave che anche con la schiena non mi creano problemi, purtroppo al corpo libero e al volteggio non potrò incrementare il valore degli esercizi: l’obiettivo è quello di tornare almeno a fare quello che facevo agli Assoluti, che già bastava“.
Tokyo 2020
Ferrari: "Parigi? Ora riposo, ma la voglia di vincere è la stessa"
18/12/2021 ALLE 08:58
Giorgia Villa si è soffermata ulteriormente sui suoi problemi fisici: “L’infortunio al piede è un piccolo stiramento e sono andata a sovraccaricare dove mi sono fatta male a luglio. Alla schiena è un problema che non si può curare perché è un problema osseo: non posso farci niente e sto cercando di gestire il lavoro in base al lavoro e agli esercizi da fare“.
Anche Vanessa Ferrari ha dovuto spesso fare i conti con problemi fisici: “Sono felice per Vanessa perché da tanta energia, in palestra lavora tutti i giorni ed è una cosa assurda. È sempre stata il mio idolo, lavorare con lei è un’emozione e ti sprona sempre a dare il meglio”. La ginnasta ha poi aggiunto: “Già prima delle Olimpiadi avevo problemi alla schiena, fermandomi la situazione è migliorata e facendo visite su visite ho capito cosa fare. Enrico Casella mi ha detto che grazie ai fisioterapisti riusciamo a trovare un metodo per lavorare e per fare la ginnastica ad alto livello che mi è sempre piaciuta fare“.
I prossimi obiettivi sono molto chiari: “Ci sarà tutto l’anno per prepararsi al meglio, cercare di qualificarsi già alle Olimpiadi e magari portare a casa qualche medaglia“.

Giorgia Villa, che incanto! Perfetta alle parallele asimmetriche

Tokyo 2020
Le emozioni della ginnastica artistica a Tokyo
13/08/2021 ALLE 13:41
Tokyo 2020
Biles e i twisties: "Grazie all'Università di Junetendo"
06/08/2021 ALLE 02:37