[16/05/04] – Il Barcellona si è laureato campione d’Europa di hockey pista battendo 3-0 il Porto a Viareggio. I catalani succedono ai connazionali del Liceo La Coruna nell’albo d’oro della Champions League.
Dopo venticinque minuti di studio prolungato, che non ha concesso al pubblico la suspance che si attendeva, nella ripresa al 16’ una stoccata da posizione centrale dell’argentino David Paez, liberato da Borregan, ha rotto la situazione di stallo, costringendo poi il Porto ad accelerare il ritmo in cerca del pareggio. Contando su di una panchina più lunga, il Barcellona ha progressivamente controllato la partita, sino a raddoppiare tre minuti più tardi con una conclusione da lunga distanza in diagonale dalla corsia di sinistra. Con un Porto ormai scarico, animato solo da un grande orgoglio, i catalani hanno centrato il tris a 54” dal termine, con una incursione solitaria del giovane Martin Panadero.
Hockey Indoor
Hockey su pista, Serie A1, la finale è Valdagno-Follonica
18/05/2010 A 21:06
Il Barca torna così sul trono più alto d’Europa, regalando al suo capitano, l’argentino Gaby Cairo, la gioia di chiudere la carriera nel Vecchio Continente con una meritatissima Champions League. Alla Ecoambiente Prato, battuta in semifinale proprio dagli azulgrana, rimane la consolazione di un inesauribile Enrico Mariotti capocannoniere della Champions League con 15 reti, mentre al Porto, che in semifinale aveva superato nel derby lusitano il Barcelos, la soddisfazione di aver portato Reinaldo Ventura a vincere il titolo di miglior giocatore della manifestazione. Ed intanto la Champions League rimane in Spagna, passando dalla bacheca del Liceo La Coruna a quella del Barcellona.