Dani Pedrosa con il miglior tempo di 1'39"783, ottenuto nella sessione pomeridiana, è stato il più veloce nelle prove libere del venerdì del Gran Premio di Indianapolis. Il pilota catalano della Repsol Honda HRC ha preceduto di 295 millesimi la Yamaha Factory Team di Ben Spies. Il pilota di casa, questa volta, ha fatto meglio del compagno di team Jorge Lorenzo. Il mallorchino, infatti, è stato più lento di 719 millesimi rispetto al connazionale che guida la scala dei tempi. Quarto tempo per un'altra Yamaha, quella del team Tech 3 portata in pista da Andrea Dovizioso, che è stato più lento di 58 millesimi rispetto al leader della MotoGP.
Problemi, invece, per Casey Stoner. Il campione del mondo, che era stato il più veloce in mattinata quando la pista era piu' fredda, anche per il violento acquazzone della nottata precedente, ha migliorato il suo 1'41"925, fermando le lancette su 1'40"623, ma nel finale ha sofferto di un problema che non gli ha permesso di avvicinare i tempi dei primi, con i meccanici al lavoro sulla sua Repsol Honda HRC. Sesto tempo per Cal Crutchlow con la seconda Yamaha Tech 3 a un secondo e due da Pedrosa. A seguire le Honda dello spagnolo Alvaro Bautista (San Carlo Gresini) e del tedesco Stefan Bradl (LCR).
A chiudere la "top ten" le due Ducati di Nicky Hayden e Valentino Rossi che con l'alzarsi della temperatura e l'abbassarsi dei tempi, hanno visto aumentare il distacco dai primi, con il pilota del Kentucky a 1"614 ed il pesarese più lento di 132 millesimi rispetto al compagno di team. Il francese Randy De Puniet, undicesimo, è stato il più veloce dei piloti CRT con 1'41"855. Toni Elias che ha sostituito il connazionale Hector Barberà sulla Ducati del Pramac racing, ricoverato in ospedale per accertamenti dopo la caduta nella prima sessione del mattino, non e' andato oltre il 17° tempo a 3"3 da Pedrosa.
Gran Premio di Indianapolis
Subito Stoner: Lorenzo e Rossi in affanno
17/08/2012 A 15:15
MOTO 2: DOMINA ESPARGARO - Lo spagnolo, in sella ad una Kalex, infatti, ha ottenuto il miglior tempo in entrambe le sessioni, migliorando il record della pista con il suo 1'43"575, unico a scendere sotto il muro dell'1'44". Alle sue spalle, ancora una volta la Suter del connazionale Marc Marquez. Il leader del mondiale è stato più lento di ben 568 millesimi. Ottimo terzo tempo per Claudio Corti (FTR) con un ritardo di 0"894, davanti per 43 millesimi alla Kalex del britannico Scott Redding. Ottavo tempo per Simone Corsi (FTR) a 1"249. Decimo Andrea Iannone (Speed Up) che, invece, non e' riuscito a ripetersi sui valori del mattino, quando era stato terzo, piazzandosi a un secondo e mezzo da Espargaro.
MOTO 3: IL PIU' VELOCE E' CORTESE - Il pilota italo-tedesco, in sella alla KTM, ha migliorato costantemente il proprio tempo fino ad ottenere 1'49"307 che lo pone davanti al compagno di squadra, il britannico Danny Kent, che era stato il più veloce in mattinata, ed ora secondo a 126 millesimi. Il portoghese Miguel Oliveira con una Suter Honda e' terzo a 0"289; mentre lo spagnolo Mavercik Vinales, secondo in campionato, ha un ritardo di 387 millesimi dal suo rivale nella lotta per il titolo. Migliore degli italiani è Romano Fenati (Ftr Honda), che pur migliorandosi di circa tre secondi rispetto alla prima sessione, non è andato oltre il quattordicesimo tempo ottavo a 1"765.
Gran Premio di Indianapolis
Subito Stoner: Lorenzo e Rossi in affanno
17/08/2012 A 15:15
Gran Premio della Malesia
Come sta Marc Marquez? Positivo il test in moto a Portimao
17/01/2022 A 10:49