Comincia nel migliore dei modi la quarta giornata di semifinali e Finali all’Aquatic Palace di Kazan (Russia), sede degli Europei 2021 di nuoto in vasca corta, per i colori azzurri. Nell’atto conclusivo dei 200 misti uomini sono arrivate due medaglie: l’argento di Thomas Ceccon e il bronzo di Alberto Razzetti.
Un grande risultato per i nuotatori del Bel Paese che con i crono di 1’52″49 e di 1’52″75 sono scesi entrambi sotto il vecchio limite nazionale di 1’53″26 (siglato da Ceccon a Riccione nel 2018).
Europei in vasca corta
La consacrazione di Michele Lamberti, il predestinato del nuoto
04/11/2021 A 10:35
Una gara d’attacco per entrambi che hanno messo in acqua le loro caratteristiche: per Ceccon un passaggio veloce ai 100 di 52″24 (terzo), sofferenza nella rana e ottima chiusura a stile libero da 26″87; per Razzetti difficoltà nel dorso, grande frazione a rana (32″24) e ultimo 50 metri con il coltello tra i denti a cogliere il terzo gradino del podio e a precedere l’ungherese Hubert Kos (1’52″87).
I due italiani si sono dovuti inchinare alla forza del primatista europeo Andreas Vazaios (1’51″70) che, mettendo in mostra un ottimo cambio di ritmo nelle frazioni dorso-rana (27″05/32″29), si è creato un tesoretto gestito fino alla fine. Resta la bontà della prestazione della coppia tricolore, di alto profilo in una specialità così difficile che soprattutto Ceccon non nuotava così da diverso tempo.

Panziera, Di Liddo, Castiglioni e Pellegrini: record italiano!

Europei in vasca corta
Paltrinieri e non solo: numeri da record per l’Italia a Kazan
08/11/2021 A 12:06
Europei in vasca corta
Italnuoto da record agli Europei di Kazan: 35 medaglie!
07/11/2021 A 19:43