La Lube Civitanova, con una grandissima forza di volontà, supera i campioni in carica dello ZAKSA nella terza giornata del Girone C. La sfida finisce 3-2 (17-25, 25-16, 18-25, 25-22, 12-15) e la formazione capitanata per l'occasione da Simon (a causa dell'assenza di Juantorena) resta leader del gruppo dopo questo scontro al vertice.
La squadra arrivava da un lungo periodo di stop a causa dei rinvii di campionato per covid: l'ultima volta in campo era stata il 26 dicembre e molti dei giocatori sono reduci da un periodo di malattia, quindi la squadra si è spesso allenata a ranghi ridotti. Oltre all'assenza di Osmany, c'era da registrare anche quella di Jiri Kovar, ancora positivo al coronavirus. Nonstante ciò, i ragazzi di Blengini mettono in campo tutto ciò che hanno, perché la sfida è di quelle toste e si fa fatica a portarla a casa. La svolta nel quinto set la dà Ivan Zaytsev, che pian piano dalla metà del quarto carbura e ritrova per lunghé trati quel giocatore che tira lavatrici e carica la squadra. Ed è bello sapere che, dopo il grave infortunio e il covid, a chiudere l'ultimo punto sia proprio lui.
La partita ha un andamento strano, perché se si prendono i set singolarmente si dovrebbe pensare a fasi alterne a un dominio dell'una o dell'altra squadra. I parziali tradiscono infatti divari temporanei notevoli tra le due formazioni, ma tutto sommato per come va il tiebreak questo è il risulato più giusto.
CEV Champions League
CEV Champions League (M): le indicazioni della 4ª giornata
13 ORE FA
A fare la differenza, in questo caso, sono i muri (16 per la Lube e 7 per i polacchi) e gli errori commessi (26 i polacchi, 21 i marchigiani).
Nel primo set la Lube parte piano, poi finalmente carbura e da metà parziale in poi è un'avanzata trionfale. Non c'è storia e Simon e Anzani fanno il bello e il cattivo tempo, in attacco non si passa perché loro sono due muraglie e il set si chiude alla svelta. Incredibile quindi quanto si chiuda altrettanto velocemente, in favore dello ZAKSA, il secondo, con Sliwka e Semeniuk che salgono in cattedra e aumentano i colpi.
Il terzo set è più o meno la fotocopia del primo, mentre nel quarto finalmente si combatte un po' di più, soprattutto col tentativo di rimonta da parte della Lube nel finale, complice anche l'ingresso da opposto di Ivan Zaytsev (che era già entrato come banda). Lo Zar, nonostante Civitanova abbia perso il set, si guadagna la riconferma nel quinto e nel frattempo la sua squadra ritrova smalto, andando via con facilità e cedendo solo leggermente in chiusura. L'ultimo punto, come dicevamo, è un muro che porta la firma di Zaysev.

Highlights: ZAKSA-Civitanova 2-3

IL TABELLINO

Grupa Azoty KĘDZIERZYN-KOŹLE-Cucine Lube CIVITANOVA 2-3 (17-25, 25-16, 18-25, 25-22, 12-15)
ZAKSA: Kakzmarek 9, Rejno, Janusz 1, Staszewski n.e., Kluth, sliwka 16, Semeniuk 21, Smith 8, Kalembka n.e.,Kozlowski n.e., Zalinski n.e., Shoji (L), Banach (L) n.e., Huber 16. All. Cretu.
CIVITANOVA: Garcia 9, Sottile n.e., Marchisio, Jeroncic (L) n.e., Balaso (L), Lucarelli 14, Zaytsev 3, Penna n.e., Diamantini, Simon 19, De Cecco 4, Anzani 10, Yant 12. All. Blengini.

Riguarda la partita (contenuto premium)

Premium
Pallavolo

ZAKSA - Cucine Lube Civitanova

02:32:51

Replica
CEV Champions League
Leon resta a Perugia: rinnovo-record da 4.5 milioni
IERI A 21:58
CEV Champions League
Highlights: Fenerbahce-Trentino 0-3
26/01/2022 A 21:22