Esordio davvero agevole per l'Italvolley maschile agli Europei 2021. Nella gara inaugurale, contro la Bielorussia, matura un 3-0 nettissimo, in cui si mettono in luce alcuni dei volti nuovi della nostra Nazionale. Su tutti, Giulio Pinali: l'opposto chiamato a sostituire lo "zar", Ivan Zaytsev, approccia benissimo la rassegna continentale e si dimostra dotato di ottimi e variegati colpi in attacco, oltre che di un servizio al fulmicotone. Insieme al nuovo arrivato, è Alessandro Michieletto a scardinare le resistenze bielorusse, specie nel 2° set, con un turno al servizio che genera qualcosa come 11 punti consecutivi (9 invece per il turno di Pinali, ma nel 1° set). Il valore dell'avversaria era indubbiamente relativo, ma finalmente si sono viste cose interessanti in battuta (8 ace) e tantissimo lavoro a muro (12-1), con Simone Giannelli devastante in questo fondamentale (4 muri solo nel 1° set). Pochi gli errori gratuiti, 39 vincenti in attacco. Unico neo: la ricezione. Si può lavorare ancora molto per permettere a Giannelli di non dover alzare dai 5 metri. Vero che per il nostro palleggiatore non faccia poi tanta differenza, ma quando è vicino a rete può variare ancor più e liberare, spesso e volentieri, muri a uno.
Risultato da valutare debitamente, soprattutto per il valore della squadra avversaria, ma comunque da non sottostimare. L'Italia vince e convince all'esordio europeo, sfruttando indubbiamente i tanti errori della Bielorussia ma trovando anche nella coppia Michieletto-Pinali un'arma fondamentale. Se di Giannelli sappiamo ormai praticamente tutto - anche se il palleggiatore non smette di stupirci - è sui due giovanissimi azzurri che ci concentreremo in questo Europeo. Lo schiacciatore dell'Itas Trentino si conferma diamante, tutt'altro che grezzo, giocando di malizia quando necessario ma non lesinando neppure nel momento in cui c'è da tirare a tutto braccio. L'opposto, ex-Consar Ravenna, dimostra invece di avere i colpi per stare anche coi grandi della pallavolo europea, sfruttando molto la parallela e mettendo in crisi la ricezione bielorussa dai 9 metri. La sfida è forse tutta nei loro due turni di servizio, già accennati. Viktar Beksha prova infatti a pescare dalla panchina le risorse necessarie per evitare un pesante k.o., lasciando seduto per tutto il match solo Kanstantsin Panasenka, ma non esiste contromisura a questa Italia.
Pallavolo
Italia, vittoria stellare con la Russia in finale: gli highlights
03/10/2021 A 19:49

Il punto più pazzo di Italia-Polonia è azzurro

Simone Giannelli si esalta in palleggio, ma è nel muro che sorprende di più: 4 nel 1° set, 5 a fine partita, cui si aggiungono i 4 di Galassi quando il centrale si trova proprio affiancato al palleggiatore della Sir Safety Conad Perugia. Troppo forte Giannelli per il livello medio di una Bielorussia comunque giovane e talentuosa. Adesso per l'Italia si attende la controprova. Domenica 5 settembre, alle ore 19:00 italiane, la sfida al Montenegro. Il livello dovrebbe alzarsi un po', ma il nuovo corso azzurro cerca risposte unicamente da se stesso. Le avversarie serviranno solo per gettare nuovamente le basi di una squadra che possa competere ancora ai massimi livelli mondiali, come succede costantemente da 35 anni a questa parte.

Italia - Bielorussia 3-0 (25-18; 25-12; 25-15)

Italia: Giannelli 7, Balaso, Galassi 9, Sbertoli, Romano n.e., Anzani 5, Michieletto 11, Lavia 12, Piccinelli n.e., Ricci n.e., Pinali 15, Cortesia n.e., Recine n.e., Bottolo n.e. All. Ferdinando De Giorgi.
Bielorussia: Lazuka, Babkevich 5, Masko 2, Burau, Pranko 3, Tsiushkevich 1, Miskevich 3, Shkredau 5, Panasenka n.e., Budziukhin , Kurash , Marozau , Davyskiba. All. Viktar Beksha.

Lupo e Nicolai, che numero! La reazione dei commentatori

Pallavolo
L'Italia è campione del mondo U21! Russia spazzata via
03/10/2021 A 18:29
Pallavolo
Italia, rimonta fantastica contro la Polonia: gli highlights
02/10/2021 A 20:20