L’Afghanistan non prenderà parte alle Paralimpiadi di Tokyo 2020. Troppo complicata e delicata la situazione politica nel paese asiatico. La guerra interna ha fatto passare in secondo piano l’evento di primissimo rilievo che prenderà il via tra qualche giorno. Il portavoce del comitato internazionale paralimpico Craig Spence ha spiegato i motivi che hanno portato a questa decisione: "Purtroppo il comitato dell’Afghanistan non può più partecipare ai Giochi paralimpici di Tokyo. Vista la situazione che c’è nel paese, tutti gli aeroporti sono chiusi e per chi avrebbe dovuto essere qui è impossibile partire".
Il contingente afgano nella capitale nipponica avrebbero dovuto essere composto da due atleti, entrambi in gara nel taekwondo: Zakia Khudadadi, prima donna in assoluto a rappresentare l’Afghanistan alle Paralimpiadi e Hossain Rasouli. "Ci auguriamo che il team e i suoi dirigenti rimangano al sicuro e stiano bene durante questo periodo così difficile", ha concluso il portavoce del comitato internazionale paralimpico Spence.
Paralimpiadi
Bebe Vio al Parlamento Europeo: che standing ovation!
IERI A 08:59
Paralimpiadi
Ambra Sabatini: "Pietà? Se solo sapeste quanto corro forte!"
07/09/2021 A 16:19
Tokyo 2020
Le 10 storie più belle che ci hanno raccontato le Paralimpiadi
06/09/2021 A 09:30