Si è concluso poco fa lo slalom gigante parallelo dell’Alta Badia, valido per la Coppa del Mondo di sci alpino 2019-2020. La vittoria è appannaggio di Rasmus Windingstad: il norvegese, al suo primo successo della carriera in una gara valevole per la Sfera di Cristallo, supera nella finale il tedesco Stefan Luitz di 41 centesimi. Fatale a quest’ultimo, nell’atto conclusivo, un errore sul salto che gli fa perdere quel tanto che basta a non consentirgli più di avere l’appropriata velocità per recuperare.

Rasmus Windingstad alla prima vittoria in Coppa del Mondo: il gigante parallelo è suo

Terza posizione per l’austriaco Roland Leitinger, che sfrutta una bruttissima discesa del norvegese Leif Kristian Nestvold-Haugen per staccarlo di 1″15. Delude Henrik Kristoffersen, che esce nei quarti contro Leitinger per un errore in alto e finisce poi al settimo posto, battendo lo svizzero Justin Murisier nell’apposita finale. Quinta posizione, invece, per il norvegese Lucas Braathen sul sorprendente svedese Mattias Roenngren (66 centesimi di divario tra i due nel confronto diretto).
Alta Badia
Rasmus Windingstad alla prima vittoria in Coppa del Mondo: il gigante parallelo è suo
23/12/2019 A 18:40
Giornata che gira per il verso sbagliato a metà per Aleksander Aamodt Kilde: leader dopo la fase di qualificazione, il norvegese compie un disastro nell’ottavo contro Windingstad e, di fatto, si autoelimina. Fuori già al primo turno il francese Alexis Pinturault (classificato 25°), caduto nella prima manche e incapace di recuperare (anzi, perde) nei confronti di Roenngren. Sempre nel primo turno cade male lo svizzero Mauro Caviezel, che deve dar strada al russo Trikhichev (poi eliminato da Braathen cadendo a sua volta, rischiando di investire il norvegese). Esce subito anche il terzo della fase di qualificazione, il tedesco Alexander Schmid, per mano di Murisier (13 centesimi).

Vinatzer cade rovinosamente nelle qualificazioni del gigante parallelo

Non vanno ulteriormente avanti, inoltre, i due azzurri che si erano qualificati, Hannes Zingerle e Simon Maurberger. Zingerle, contro Windingstad, dura lo spazio di tre porte, e il norvegese riesce ad amministrare il mezzo secondo di vantaggio automatico per la caduta. Maurberger, invece, dopo una bella prima discesa contro l’austriaco Raschner, atterra fuori equilibrio sul salto a metà gara e scivola. I due azzurri terminano rispettivamente 28° e 29° nel computo totale.
In classifica di Coppa del Mondo rimane al comando Kristoffersen, che però non riesce a prendere un gran divario nei confronti dell’austriaco Kriechmayr e di Pinturault. Il norvegese va a quota 379, seguito dall’austriaco che, data l’assenza odierna, è fermo a 312, e dal francese, che raggiunge i 302 punti. Quarta posizione per Kilde a 294, mentre resta sesto Dominik Paris a 249.
federico.rossini@oasport.it
Alta Badia
Cade anche Simon Maurberger, parallelo stregato per l'Italia
23/12/2019 A 17:49
Alta Badia
Mauro Caviezel cade malamente nel gigante parallelo di Alta Badia
23/12/2019 A 17:23