Italiani untori del mondo. E’ ormai la nostra etichetta all’estero, dove veniamo ingiustamente e vergognosamente discriminati, dimenticando come l’epidemia sia sorta in Cina, che il primo caso di contagio in Europa sia stato registrato in Germania e che ormai l’epidemia da coronavirus ha invaso tutto il pianeta, tanto che l’OMS ha già avvertito sull’imminenza della dichiarazione di pandemia.
Se Michela Moioli è stata umiliata in Spagna dal comportamento di un atleta canadese, le cose non vanno di certo meglio in Svezia, dove da giovedì a sabato si svolgeranno ad Are le ultime tre gare che assegneranno la Coppa del Mondo di sci alpino 2020. E’ la stessa Federica Brignone a rivelarlo alla Gazzetta dello Sport: “Ogni tanto si sente qualche battuta su noi italiani ma alla fine la gente sa che siamo state in giro per tutto l’inverno, fianco a fianco con le nostre avversarie“. In Svezia, per la cronaca, i casi accertati di positività al covid-19 sono 261.
Pechino 2022
Gli azzurri di sci alpino per Pechino 2022: c'è Sala, fuori Casse
IERI A 21:52
L’azzurra resta comunque ottimista in vista delle competizioni più importanti della sua carriera, nelle quali dovrà difendere 153 punti di vantaggio sull’americana Mikaela Shiffrin e 189 sulla slovacca Petra Vlhova per aggiudicarsi la sfera di cristallo assoluta (mai nessuna italiana ci è riuscita nella storia): “Con Marta Bassino, Gianluca Rulfi e gli altri tecnici dello staff élite siamo saliti (ad Are, ndr) la settimana scorsa perché non volevamo rischiare di rimanere in Italia. Stiamo lavorando benissimo, vediamo da un paio di ottime giornate di gigante. A parte il primo giorno, in cui la neve era molle, abbiamo trovato condizioni perfette. E poi dall’Italia ci siamo portati pasta, parmigiano, caffè e gelato. Insomma, mangiamo italiano e stiamo bene“.
Il fine settimana di Are inizierà giovedì 12 marzo con il cruciale slalom parallelo, poi venerdì spazio al gigante. Sabato la gara conclusiva che assegnerà la Coppa del Mondo, uno slalom. Da segnalare come le prime due competizioni si svolgeranno in notturna. E chissà che Federica Brignone non riesca a regalare un raggio di luce nel buio oscura che attanaglia il popolo italiano.

Brignone, Wierer, Moioli: l'Italia che non molla e sogna la Coppa del Mondo

Schladming
McGrath non ci crede: conquista il podio e scoppia in lacrime
IERI A 21:32
Schladming
Vinatzer, rimonta e delusione: il podio sfugge solo per 4 centesimi
IERI A 21:15