Il grande snooker torna su Eurosport da mercoledì 27 a domenica 31 gennaio con la fase televisiva del German Masters. Il torneo, inizialmente previsto a Berlino, verrà disputato a porte chiuse alla Marshall Arena di Milton Keynes, come tutti i tornei fin qui disputati nella stagione in corso. La ragione è ovviamente l’impossibilità di viaggiare nella capitale tedesca ma la priorità è disputare comunque l’evento quindi, come sempre in questo periodo, bisogna fare di necessità virtù ed essere contenti che il torneo venga disputato. Resta un vero peccato che non si possa andare al Tempodrom, una delle sedi di gara più belle e, soprattutto, più amate da pubblico e giocatori. Rimane invece invariato il montepremi, che complessivamente ammonta a 400 mila sterline con 80 mila sterline per il vincitore.

Yan Bingtao alza il trofeo, il Masters è suo

German Masters all'11a edizione

Snooker World Championship sheffield
Centone di Igor Figueredo: il Mondiale 2021 sta arrivando
IERI A 11:11
Il German Masters si disputa dal 2011 ed è quindi alla undicesima edizione, con un albo d’oro che presenta alcuni grandissimi nomi come vincitori. Il primo ad aggiudicarsi il titolo fu Mark Williams, il quale è anche l’unico ad averlo vinto due volte grazie al successo nel 2018. Altri nomi eccellenti sono quelli di Ronnie O’Sullivan, Ding Junhui, Mark Selby e Judd Trump, che è il campione in carica avendo battuto 9-6 Neil Robertson nella finale del 2020. Ma è un torneo che ha avuto anche vincitori a sorpresa, in particolare nel 2016 e 2017 quando ad aggiudicarselo furono rispettivamente Martin Gould ed Anthony Hamilton, entrambi al primo (e finora unico) successo in tornei full ranking.

Lo snooker ha una nuova stella: Yan Bingtao vince il Masters

Come si svogle

Dicevamo che si tratta della fase televisiva perché i primi due turni del tabellone a 128 si sono già disputati a novembre 2020. Si tratta di una prassi comune per un torneo che da sempre si disputa su cinque giornate per questioni legate alla disponibilità del Tempodrom, con la conseguenza di poter portare alla fase conclusiva solo 32 giocatori. Ovviamente a novembre si pensava ancora di poter andare a Berlino quindi il format è rimasto invariato, con due turni (che per convenzione vengono definiti di qualificazione) disputati a Milton Keynes tra il 10 e il 14 novembre. Le sorprese non sono mancate, con diversi nomi illustri eliminati. Già al primo dei due turni di qualificazione sono usciti infatti Neil Robertson, Mark Selby, David Gilbert, Mark Williams e il recente vincitore del Masters, Yan Bingtao. Fuori al secondo turno anche Kyren Wilson e Mark Allen. Inoltre va segnalata la mancata partecipazione del campione del mondo Ronnie O’Sullivan, il quale non si era iscritto al torneo.

Imbucata da capogiro di Higgins per aprire il 12° frame

I favoriti

Si è qualificato invece il numero uno del mondo Judd Trump, il quale è in grado di difendere il suo titolo nonostante la recente esclusione dal Masters causa positività al Coronavirus. Da due anni a questa parte Trump è sempre nella rosa ristretta dei principali favoriti di ogni torneo quindi, viste le assenze degli altri big, in questo German Masters va considerato il grande favorito. Per classifica, ma anche blasone, subito dietro possiamo mettere John Higgins, reduce dalla finale persa al Masters ma comunque in un buon momento di forma. Altri nomi da tenere d’occhio sono quelli di Shaun Murphy, Stephen Maguire, Ding Junhui, Stuart Bingham e Jack Lisowski. In particolare quest’ultimo è giocatore in grande ascesa, come dimostrato a fine 2020 raggiungendo la finale del World Grand Prix nella quale venne battuto dal suo grande amico Trump. Anche Lisowski ha saltato il Masters per essere risultato positivo al Coronavirus ma, proprio come Trump, non ha presentato alcun sintomo quindi potrebbe essere uno degli uomini da battere.

Tutti i giorni su Eurosport

Il format del torneo prevede incontri al meglio dei 9 frame nei primi tre turni, poi semifinali al meglio degli 11 e finale su due sessioni al meglio dei 17. Nei primi due giorni ci saranno tre sessioni, comprese quelle mattutine delle 10,30 italiane che saranno visibili anche in TV. Poi appuntamenti ogni giorno alle 15 e alle 20. Il tutto ovviamente sui canali TV e sull’app di Eurosport.

Snooker da ricordare: Judd Trump show in finale nel 2019

Snooker
Lukas Kleckers domina nel terzo frame
07/04/2021 A 13:07
Snooker
Combinazione geniale di Kleckers nelle qualificazioni ai Mondiali
07/04/2021 A 11:10