Grande spettacolo nella seconda giornata del Masters: Murphy vince un match entusiasmante con Williams e Bingham ha la meglio nella sparatoria con Un-Nooh.

BINGHAM - UN-NOOH 6-4

Nel primo incontro della giornata c'è stato l’esordio nel torneo del campione in carica Stuart Bingham, impegnato contro il thailandese Thepchaiya Un-Nooh, uno dei tre esordienti al Masters. Ci si aspettava un match tutto all’attacco e così è stato, con un gioco a viso aperto e senza troppi tatticismi. Entrambi hanno giocato intorno ai 20 secondi di media per tiro (20,6 Bingham e 19,3 Un-Nooh) con frame durati mediamente circa 13 minuti e mezzo, e questo nonostante un sesto frame da 35 minuti e 40 secondi che ha alzato decisamente la media. Una sparatoria che però ha visto il thailandese con le polveri bagnate per gran parte del match, tanto che fino al settimo frame la sua serie migliore è stata da 48. Dei tanti errori di Un-Nooh ha approfittato Bingham, che si è portato sul 5-1 grazie a serie da 54, 95 e 114 con un gioco solido e una grande qualità nelle imbucate dalla distanza.
English Open
Qualificazioni English Open: Yuan Sijun, perfetto colpo di copertura
17/09/2021 A 12:52
Ma nel settimo frame il match è cambiato. Bingham, uno dei grandi specialisti della serie perfetta, ha impostato un possibile 147 imbucando 8 mani di rossa-nera, ma a quota 64 ha perso posizione e ha cercato un difficile tiro di attacco-difesa, finendo però in buca con la bianca. Questo ha consentito a Un-Nooh di entrare in gioco e da lì in poi il talentuoso thailandese ha iniziato a imbucare tutto, vincendo il frame in steal con una serie da 68 e poi aggiudicandosi i due successivi con serie da 80 e 113, entrambi in meno di 9 minuti. Sul 5-4 Bingham palesava grande difficoltà ma una forzatura di Un-Nooh ha rimesso in gioco l’inglese, che si è aggiudicato frame e quindi match con una serie da 67. Per lui vittoria meritata in un match scoppiettante, anche se non sempre di qualità, e possibilità di continuare la difesa del titolo.

Imbucata favolosa... Ma involontaria! Murphy si scusa

MURPHY – WILLIAMS 6-4

Molto atteso l’incontro serale che vedeva impegnati due grandi campioni dotati di classe sopraffina, entrambi reduci però da una prima parte di stagione deludente. Ma l’inglese Shaun Murphy e il gallese Mark Williams hanno dato vita a un match di grande qualità, il migliore visto in questi primi due giorni. L’incontro è iniziato in maniera spettacolare con Murphy che ha vinto il primo frame con una favolosa ripulitura da 93, ma Williams ha risposto alla grande con il primo centone dell’incontro. Un mezzo centone ha dato il terzo frame a Murphy, il quale ha poi vinto il quarto in steal con un’imbucata della nera finale da togliere il fiato. Al rientro dall’intervallo Williams ha realizzato il secondo centone del match, ma da lì in poi il gioco è stato meno spumeggiante anche se l’incontro è rimasto molto incerto e di bella qualità con entrambi i giocatori sopra al 90% in imbucata. Williams ha vinto anche il sesto frame e si è riportato in parità a quota 3, poi ha ancora pareggiato sul 4-4.
Nel nono frame Murphy è tornato a siglare una serie di qualità, un 81 con cui si è portato a uno dalla vittoria. Nel decimo frame Williams ha giocato un insolito tiro d’apertura super-difensivo, con bianca giocata dalla sponda bassa in accosto alle rosse. La cosa non ha impedito a Murphy di prendere in mano il gioco per primo, però un suo errore ha dato la possibilità a Williams di andare al tavolo e forzare il primo decider di questo Masters. Ma a quota 52 di serie è arrivato l’errore del gallese e Murphy ha vinto il frame in steal con ripulitura sulla nera. Non si è arrivati al drama del frame decisivo ma il match è stato entusiasmante, con serie e giocate di altissima scuola.

La precisione al tiro di Mark Williams

Cosa offre la 3ª giornata? Programma e pronostici

Nel pomeriggio il numero 2 del mondo Neil Robertson, vincitore di questo torneo nel 2012, sfida il giovane cinese Yan Bingtao, esordiente al Masters. Dopo l’estromissione di Trump per positività al COVID-19, Robertson va considerato il principale favorito del torneo anche in virtù di un’ottima prima parte di stagione, nella quale ha avuto una buona costanza di rendimento con la ciliegina sulla torta della terza vittoria in carriera allo UK Championship. Logicamente in questo match è lui il favorito anche se il bilancio degli scontri diretti con Yan è in parità sull’1-1 e l’unica vittoria dell’australiano risale al 2015, quando il suo avversario aveva solo 15 anni. Yan è ancora giovane ma ha un gioco molto solido e maturo che può mettere in difficoltà Robertson, soprattutto se quest’ultimo non riuscirà a trovare ritmo e fluidità al tavolo.
In serata il numero 4 del mondo Mark Selby, tre volte campione del Masters, affronta l’imprevedibile scozzese Stephen Maguire. Selby è reduce da un’eccellente prima parte di stagione durante la quale ha ritrovato quella sicurezza nei propri mezzi che lo aveva portato ad essere il numero 1 del mondo per più di 4 anni consecutivi. Con Maguire è avanti 9-7 negli scontri diretti comprese 3 vittorie (a zero) in questo torneo, e anche stavolta va considerato favorito. Ma dipenderà molto da che Maguire troveremo, dopo una prima parte di stagione in cui lo scozzese ha giocato male dimostrando insofferenza per la “bolla” di Milton Keynes.
Snooker
Ecco come Williams ha reso perfetto il suo acuto al British Open
23/08/2021 A 10:55
Snooker
Mark Williams festeggia con la famiglia il trionfo al British Open
23/08/2021 A 10:38