Prosegue la corsa di Lorenzo Musetti all’ATP 250 di Lione. Il 19enne di Carrara continua la sua rapida scalata alle gerarchie del tennis mondiale grazie al successo per 6-3 7-6 sullo sloveno Aljaz Bedene.
Una partita tosta quella di Musetti, che tra cose eccellenti e qualche limite da limare, ha messo comunque in mostra anche oggi tutto il suo talento. Per un set da applausi nelle scelte e nelle esecuzioni, Musetti ha faticato di più nella seconda partita, quando si è trovato sotto 2-5. Il carrarino ha rimontato con un parziale di 4 giochi a 0, salvo fare un mezzo disastro sul più bello, con un game fin troppo ‘esotico’ per la ricerca di soluzioni improbabili, come il servizio da sotto sulla palla break (che Bedene ha prontamente infilato per garantirsi il tie-break).
Tokyo 2020
Musetti: "Alla Maturità ho preso 97/100, ora testa a Tokyo"
14/07/2021 A 14:01
Musetti è però subito rientrato in partita senza scomporsi, dominando il successivo tie-break per 7 punti a 2 e garantendosi così la terza semifinale a livello ATP della carriera dopo quella in Sardegna lo scorso ottobre e quella decisamente più ‘rumorosa’ all’ATP 500 di Acapulco un paio di mesi fa. Proprio lì ritroverà Stefanos Tsitsipas, avversario che gli rifilò un netto 6-1 6-3 nel torneo messicano, oggi vincitore del match con Nishioka.
Intanto Lorenzo può già festeggiare. Questo successo vale il best-ranking: da lunedì sarà come minimo n°76 della classifica ATP; risultato che fa del 19enne Musetti già oggi il quinto miglior tennista italiano dopo Berrettini, Sinner, Fognini e Sonego.

Lorenzo Musetti, chi è l'astro nascente del tennis italiano

Wimbledon
Berrettini vola agli ottavi: Bedene è regolato in 3 set
03/07/2021 A 09:56
Wimbledon
Musetti si ferma al primo turno: Hurkacz passa in tre set
29/06/2021 A 16:56