Vittoria per Andreas Seppi nell’esordio all’ATP 250 di New York. L’altoatesino, 35 anni, batte per la terza volta in carriera su quattro incontri il bosniaco Damir Dzumhur con il punteggio di 6-3 1-6 7-6(6) annullando anche un match point nel tie-break del terzo set. Per l’azzurro il prossimo ostacolo sarà Steve Johnson. Il n.75 del ranking è stato protagonista, senza se e senza ma, di un grande incontro, vista la sua vittima”, ovvero il connazionale Tennys Sandgren (n.53 del mondo). 6-7 (5) 6-3 7-6 (3) lo score in favore di Johnson e per chi in Australia aveva vissuto un sogno, l’impatto con la dura realtà è stato piuttosto duro.
Si comincia subito con uno scambio di break tra i due giocatori nel terzo e quarto gioco, con Seppi che reagisce bene rispetto alle difficoltà iniziali, cominciando a far ingranare il servizio. Il game decisivo è l’ottavo, in cui l’azzurro, alla terza chance, toglie ancora la battuta al bosniaco e arriva a conquistare il set per 6-3 in 41 minuti.
ATP, Buenos Aires
Sonego eliminato da Cuevas al primo turno; avanzano Delbonis e Ruud
11/02/2020 ALLE 06:45
Per l’altoatesino il momento positivo dura ancora qualche minuto, il tempo di avere, senza riuscire a sfruttarle, due palle break nel primo gioco del secondo parziale. Da quel momento è Dzumhur a prendere il comando delle operazioni: dall’1-1 il nativo di Sarajevo conquista 20 dei successivi 24 punti, allungando così l’incontro in soli 26 minuti.
Nel terzo set il primo ad avere occasioni è Seppi, che si procura ai vantaggi una chance del 3-1 senza però che il tentativo sia coronato da successo. Chi, invece, dopo un game di 10 punti riesce a trovare il break è Dzumhur, che poi, sul 5-3 in proprio favore, arriva anche a due punti dal match. Qui, però, arriva la pronta riscossa dell’altoatesino, o meglio un momento di smarrimento al servizio del bosniaco, che commette due doppi falli e regala il 5-5. Si va al tie-break, dove Dzumhur allunga fino al 5-2, ma Seppi rimonta fino al 5-5, poi il bosniaco si guadagna il primo match point, ma l’altoatesino lo annulla con un ace, vincendo poi i successivi due punti che gli regalano l’incontro dopo poco più di 2 ore.

Gli altri risultati

Non si è fatto sorprendere, invece, il serbo Miomir Kecmanovic (testa di serie n.6 del seeding): il balcanico ha battuto per 6-4 6-2 l’americano (n.70 del ranking) Tommy Paul e agli ottavi attende il vincitore del confronto che vedrà il nostro Paolo Lorenzi sfidare l’altro serbo Danilo Petrovic (n.159 ATP). Entrambi i giocatori provengono dalle qualificazioni. A completamento del quadro il successo dell’americano Marcos Giron per 6-3 6-4 contro Jack Sock e per lo statunitense il prossimo incontro sarà contro il n.4 del seeding Ugo Humbert.
  • M. Kecmanovic (Srb) b. T. Paul (Usa) 6-4 6-2
  • A. Seppi (Ita) b. D. Dzumhur (Bih) 6-3 1-6 7-6 (6)
  • S. Johnson (Usa) b. T. Sandgren (Usa) 6-7 (5) 6-3 7-6 (3)
  • M. Giron (Usa) b. J. Sock (Usa) 6-3 6-4
federico.rossini@oasport.it

Australian Open: Wawrinka-Seppi 4-6 7-5 6-3 3-6 6-4, gli highlights

Australian Open
Seppi sfiora un'altra impresa a Melbourne: Wawrinka lo batte al quinto set
23/01/2020 ALLE 08:03
Tennis
🎾 Poca memoria, ancor meno eleganza: il caso Seppi senza wild card
17/10/2022 ALLE 09:09