Prosegue la corsa a Sofia di Jannik Sinner. Primo titolo ATP conquistato da Sinner nella sua giovane carriera, in questa edizione l’altoatesino prova a confermare 250 punti importanti in ottica rincorsa alle ATP Finals di Torino. Ecco allora che il successo odierno sull’australiano James Duckworth ha un sapore particolare per l’azzurro; in una giornata ben più complicata di quanto abbia effettivamente detto il 7-6 6-4 finale in un’ora e 54 minuti.
Sinner infatti non ha messo in mostra un grandissimo livello di tennis, ma nonostante questo è riuscito a venire a capo della partita in 2 set. L’azzurro è stato sotto 5-2 nel primo parziale; ed ha trovato la rimonta vittoriosa al tie-break del primo set passando anche attraverso un set point annullato al proprio avversario. Rimonta che tale è stata anche nel secondo set, con Sinner che era sotto anche in questo caso per 4-2.
Non eccellente al servizio e poco incisivo sul dritto – i due tasti dolenti di questo 2021 di Sinner – Jannik è stato però bravo a rimanere in campo giocando con intelligenza nei momenti chiave; momenti in cui Duckworth, dalla sua, ha dato una piccola mano. L’australiano non ha incantato nel tie-break del primo set – sfuggito via troppo rapidamente e chiuso da Sinner per 7 punti a 4 – e ha combinato un mezzo disastro nel game finale della partita, con due gratuiti di dritto che hanno regalato a Sinner il passaggio in semifinale. Per Jannik ora il serbo Filip Krajinovic. Un match importante in quanto a San Diego, ovvero l’altro ATP 250 della settimana, i diretti concorrenti per un posto a Torino non sono più in corsa: Auger-Aliassime si è ritirato e Hurkacz è stato subito sconfitto. Confermare questo torneo, per Sinner, sarebbe un passaggio fondamentale per provare a rimanere in corsa prima del decisivo torneo di Indian Wells della prossima settimana.
Wimbledon
Sinner ci ha preso gusto: Isner liquidato, agli ottavi Alcaraz
11 ORE FA

Sinner: "Orgoglioso del mio torneo, ora un po' di pausa"

Wimbledon
Sinner fa impazzire il pubblico: fulmina Ymer con il diritto in corsa
29/06/2022 A 19:04
Wimbledon
Sinner c'è e regola Ymer in 4 set: ora Isner
29/06/2022 A 15:10