Gli Australian Open 2021 hanno la loro entry list. Il torneo australiano, primo slam dell'anno, si giocherà a febbraio e con una formula inedita visto che le qualificazioni si disputeranno a Doha.

Big e teste di serie, opportunità per Sonego

ATP Cup
L'Italia pesca l'Austria di Thiem e la Francia di Monfils
IERI A 09:00

Ci sono tutti i big, compreso anche Roger Federer, il quale è comunque ancora dubbioso sulla sua partecipazione. Nel caso in cui non ci fosse, la sua defezione trasformerebbe Lorenzo Sonego in testa di serie, rendendo notevolmente più semplice il suo cammino. Le teste di serie, infatti sono 32 e il piemontese è il 33° in ordine di classifica: con un forfait tra le posizioni prima di lui, sarebbe protagonista di un bel balzo nel tabellone.

Sono otto in totale gli italiani che entrano di diritto nel main draw, c'è anche Jannik Sinner. Il nostro numero 1, invece, è sempre Matteo Berrettini.

Questo l'elenco degli iscritti a Melbourne:

1 Novak Djokovic 1

2 Rafael Nadal 2

3 Dominic Thiem 3

4 Daniil Medvedev 4

5 Roger Federer 5

6 Stefanos Tsitsipas 6

7 Alexander Zverev 7

8 Andrey Rublev 8

9 Diego Schwartzman 9

10 Matteo Berrettini 10

11 Gael Monfils 11

12 Denis Shapovalov 12

13 Roberto Bautista Agut 13

14 Milos Raonic 14

15 David Goffin 15

16 Pablo Carreno Busta 16

17 Fabio Fognini 17

18 Stan Wawrinka 18

19 Grigor Dimitrov 19

20 Karen Khachanov 20

21 Felix Auger-Aliassime 21

22 Cristian Garin 22

23 Alex de Minaur 23

24 Borna Coric 24

25 John Isner 25

26 Dusan Lajovic 26

27 Casper Ruud 27

28 Benoit Paire 28

29 Taylor Fritz 29

30 Ugo Humbert 30

31 Filip Krajinovic 31

32 Daniel Evans 32

Lorenzo Sonego 33

Jannik Sinner 37

Stefano Travaglia 74

Salvatore Caruso 76

Marco Cecchinato 80

Gianluca Mager 100

Italiani alle qualificazioni

Ovviamente c'è già anche l'entry list delle qualificazioni, in cui ci sono altri italiani. Sono infatti 10 gli altri al momento nella lista di coloro che cercheranno un posto in terra australiana. Andreas Seppi ne è la guida: il suo numero 106 del mondo gli consente di essere testa di serie numero 2, a meno di due rinunce in main draw che gli permetterebbero di entrare senza dover passare da Doha. Al via anche Lorenzo Musetti, 19° nella lista; ci sono poi Federico Gaio, l’immortale Paolo Lorenzi, Lorenzo Giustino, Alessandro Giannessi, Thomas Fabbiano (al ritorno sui campi dopo essersi fermato per tutta la seconda parte del 2020), Roberto Marcora, Matteo Viola e Gian Marco Moroni, ultimo a entrare con l’accesso diretto, dal momento che dopo di lui ci sono il russo Andrey Kuznetsov, il tedesco Dustin Brown e l’australiano Thanasi Kokkinakis con il ranking protetto più le wild card elargite da Tennis Australia.

I grandi assenti

Nell’entry list ci sono alcune assenze di peso, come quelle di Andy Murray e di Juan Martin del Potro. Altri assenti sono lo spagnolo Jaume Munar, l’australiano Alexei Popyrin e il sudcoreano Hyeon Chung, che fu semifinalista soltanto due anni fa in questo torneo. La lista complessiva dei non partecipanti di un certo rilievo ammonta a nove, comprendendo anche l’altro aussie Marc Polmans, gli americani J.J. Wolf e Bradley Klahn e lo spagnolo Marcel Granollers.

La formula "mista"

Le qualificazioni maschili degli Australian Open prenderanno il via il 10 gennaio e si concluderanno il 13, dando così il tempo ai giocatori di andare a Melbourne. Assieme ai qualificati, verrà selezionato un piccolo gruppo di lucky losers da portare in loco nel caso in cui dovesse esserci qualche rinuncia per qualsivoglia motivo. Curiosamente, la superficie di Doha (il Plexicushion) sarà leggermente diversa da quella di Melbourne (il Greenset, in uso sui campi australiani proprio da questo 2020 in sostituzione del citato Plexicushion).

Tiley: "Federer è a Dubai, si allena per gli Australian Open"

Australian Open
🇬🇧 Djokovic, troppo facile criticarlo: perché stavolta non ci sta
21/01/2021 A 12:08
Tennis
Federer vicino al rientro, Doha indiziata principale
21/01/2021 A 10:09