Non si era mai spinta oltre ai quarti di finale di uno slam. O meglio: Karolina Muchova, a questo livello, era arrivata una sola volta in carriera, due anni fa a Wimbledon; arrendendosi a Elina Svitolina. Questo 2021 però prosegue spedito per la testa di serie n°25 che nella decima giornata dell’Australian Open, quella dedicata agli ultimi quarti di finale, fa registrare una delle notizie più rumorose del torneo: la caduta della n°1 del mondo Ashleigh Barty.
Una vittoria ancora una volta in rimonta per la Muchova, per una partita che sembrava saldamente in controllo della Barty. Esattamente come nei turni precedenti, dove Muchova era partita 5-0 sotto con la Pliskova o 4-0 sotto con la Mertens, la tennista ceca è uscita fuori da una situazione spalle al muro per prendersi tutta la posta in palio. Questa vittoria, infatti, arriva dopo aver reagito a un set e un break sotto. Sì perché Ash Barty in poco più di mezz’oretta aveva controllato le ambizioni della ceca ed era sopra 6-1, 2-0. Da una pausa per un giro negli spogliatoi della propria avversaria, però, la Barty ha perso un po’ di pazienza e insieme a quello il controllo della partita.
ATP, Miami
Cosa è successo nel Day 6: il tabellone degli ottavi
29/03/2021 A 21:20
L’interruzione chiesta dalla Muchova, che non ha soddisfatto la padrona di casa sul campo (ma che nel post partita in conferenza l'australiana ha gestito con grande signorilità), ha infatti restituito improvvisamente una partita diversa. Un match dove la Barty ha perso il controllo del suo tennis incappando in 25 errori non forzati solo nel secondo set. Errori utili a una Muchova più solida per costruire un contro parziale di 6 giochi a 1. Morale 6-3 Muchova e tutti al terzo set.
Lì Barty non ha ritrovato il suo gioco, ma anzi complice un nuovo break a inizio partita ha permesso alla Muchova di consolidare le proprie certezze. Certezze che hanno permesso alla ceca di prendersi ancora una volta tutta la posta in palio e di firmare per il terzo turno consecutivo la sorpresa nel risultato, questa volta la più grande di tutte: dopo Pliskova e dopo Mertens, infatti, ai suoi piedi cade anche la favorita n°1 Ash Barty col punteggio di 1-6 6-3 6-2.
Muchova centra così la prima semifinale slam della carriera che giocherà contro Jennifer Brady. Per una certezza che è già scritta oggi: ancora una volta, all’Australian Open, ci sarà una nuova finalista slam.

L'impresa di Karolina Muchova in 200 secondi: eliminata la Barty

Brady-bis: di nuovo semifinale, Pegula ko

A sfidare Muchova ci sarà Jennifer Brady. E’ la testa di serie n°22 del tabellone ad avere la meglio nel derby americano con Jessica Pegula. Un derby in cui il vero valore è uscito alla distanza: ovvero quello di una Brady che dal post lock-down in poi pare aver cambiato la propria dimensione, almeno su questa superficie. Il suo exploit agli US Open, con la semifinale raggiunta prima del ko solo davanti alla poi campionessa Naomi Osaka, l’aveva descritta ai più come una giocatrice che “era stata brava a prendersi l’occasione in un torneo troppo particolare”. Teoria valorizzata in qualche modo dall’uscita al primo turno al Roland Garros contro la promettente Clara Tauson. La verità però è che Brady gioca forte sul veloce e questo Australian Open la sta consacrando come una nuova certezza più che un exploit. Contro la connazionale e amica Pegula, Brady è uscita alla distanza dominando la partita dopo un primo set sfuggito via sul più bello. Da quando Brady ha iniziato a ingranare ci sono stati 12 giochi a 3, ovvero il parziale di 6-2 6-1 rifilato nel secondo e terzo set set dopo il 4-6 subito nel primo set.
Brady centra così la seconda semifinale slam negli ultimi 3 major dove arriverà, questa volta, con il favore del pronostico. Dall’altra parte certo c’è una Muchova in fiducia, ma l’americana ha le armi e il braccio per gestire la potenza della ceca dal fondo. Come anticipato poche righe sopra, comunque andrà, per la finalista della parte alta del tabellone sarà la prima volta in un ultimo atto di uno slam.

Jennifer Brady in semifinale: il successo su Pegula in 200''

Tennis
Tutto quel che è successo nel Day2 del torneo di Miami
25/03/2021 A 22:17
Australian Open
Le pagelle dell'Australian Open 2021: Djokovic re, Osaka regina
22/02/2021 A 11:04