Inizia domani l’avventura playoff della Billie Jean King Cup by BNP Paribas della nazionale italiana femminile guidata da Tathiana Garbin. Sono ormai lontani i tempi in cui il tricolore regnava sovrano nella competizione dapprima conosciuta come Fed Cup, con quattro successi in cinque finali in otto edizioni tra il 2006 ed il 2013, ma ora bisogna giocarsi un posto per rientrare tra le migliori nazioni al mondo in vista del 2022.
Le azzurre sono già a Cluj per poter incrociare la Romania sul veloce indoor della Sala Polivalenta; con l’assenza di Camila Giorgi, positiva al Covid prima del torneo di Charleston, il capitano Garbin si è affidata a Martina Trevisan, Jasmine Paolini, Elisabetta Cocciaretto, Giulia Gatto-Monticone e Bianca Turati. La sfida con le esteuropee, reduci lo scorso anno dal ko nel doppio di spareggio contro la Russia, sembrava assai chiusa, ma il pronostico si è improvvisamente aperto con i forfait delle due top-100 rumene, Patricia Maria Tig e soprattutto la numero 3 al mondo Simona Halep.
Tennis
Camila Giorgi positiva al Covid: salta la Billie Jean King Cup
06/04/2021 A 16:59
Sia la due volte vincitrice di tornei dello Slam che la numero 63 delle classifiche mondiali hanno optato per non partecipare ai playoff a causa di alcuni problemi fisici non ancora superati; la capitana-giocatrice Monica Niculescu ha dunque dovuto optare ad una soluzione di emergenza, scegliendo per l’occasione Irina Bara, Mihaela Buzarnescu ed Elena-Gabriela Ruse. Con questo parterre di avversarie, l’Italia arriva all’appuntamento di domani e dopodomani con i favori del pronostico.
Quella tra Italia e Romania sarà la quarta sfida nella storia della competizione, con le azzurre in vantaggio per 2-1 nel confronto. La prima volta risale al 1975, al secondo turno del World Group sulla terra di Aix-En-Provence Rosalba Vido e Daniela Marzano vinsero i loro singolari per portare avanti il tricolore. L’unica vittoria rumena è del 1978, nel primo turno del World Group con Virgilia Ruzici che trascinò le esteuropee vincendo sia il singolare contro Sabina Simmonds che il doppio con Mariana Simionescu; nel 1997 invece fu di nuovo decisiva la terza e ultima partita, con Silvia Farina e Giulia Casoni a darci il successo a Bari nel primo gruppo I Europa/Africa.

Martina Trevisan sbatte su Alexandrova: il match in 200 secondi

WTA, Linz
La Paolini si illude per un set, poi la Halep rimonta facile
10/11/2021 A 20:30
WTA, Cluj-Napoca
Incredibile Kontaveit! Vince anche a Cluj e vola alle WTA Finals
31/10/2021 A 17:11