Dopo un ricchissimo inverno caratterizzato dalla America’s Cup, la vela è pronta per tornare a essere grande protagonista nei prossimi mesi. Il SailGP 2021-2022, che scatterà nel weekend del 24-25 aprile alle Bermuda, ci terrà compagnia durante diversi fine settimana, fino addirittura al 26-27 marzo 2022. Si tratta di una competizione velica di caratura mondiale, soltanto alla sua seconda edizione ma già particolarmente importante. Il ricco montepremi, l’organizzazione di lusso (c’è anche Russell Coutts) e la spettacolarità dei vari eventi lo hanno reso uno degli appuntamenti più apprezzati da parte dei big di questo sport.
Si utilizzano icatamarani F50 con foil e a bordo delle varie imbarcazioni ci saranno degli autentici fuoriclasse. Diamo uno sguardo dettagliato ai partecipanti, perché stiamo parlando di alcuni dei migliori velisti al mondo e che il grande pubblico ha imparato a conoscere proprio durante la recente Coppa America, il trofeo sportivo più antico al mondo. Il neozelandese Peter Burling ha vinto due America’s Cup consecutive al timone di Team New Zealand: i due sigilli nel 2017 e nel 2021 lo hanno reso il più giovane timoniere di sempre a imporsi in questa competizione. Il 30enne nativo di Tauranga ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio 2016 tra i 49er e in questa stessa specialità ha conquistato ben sei titoli mondiali. Il ribattezzato Pistol Pete guiderà la Nuova Zelanda in questa avventura, intervallata con le Olimpiadi di Tokyo.

Luna Rossa-New Zealand: lo show di gara-9 in 85 secondi

America's Cup
Il patron di Luna Rossa: “Lavoriamo per la prossima Coppa America”
06/04/2021 A 07:32
Il britannico Ben Ainslie è il velista più vincente di tutti i tempi alle Olimpiadi. Il 44enne nativo di Macclesfield ha conquistato quattro medaglie d’oro consecutive ai Giochi: trionfo tra i laser a Sydney 2000, tripletta nei finn da Atene 2004 a Londra 2012. Ha vinto una Coppa America da tattico nel 2013 con Oracle ed è stato timoniere di Ineos Uk nel 2021, perdendo la Finale di Prada Cup contro Luna Rossa. Sarà naturalmente al timone della sua Gran Bretagna.
L’australiano James Spithill ha accettato l’ingaggio di Team USA. Il vincitore di due America’s Cup (2010 e 2013, sempre al timone con gli statunitensi di Oracle) è reduce dall’ultima campagna al timone di Luna Rossa. Il 41enne nativo di Sydney è un autentico fenomeno dei match race, un portento che potrebbe dire la sua anche in questo SailGP. Tom Slingsby si presenterà per difendere il titolo conquistato nella prima edizione, sempre con la sua Australia. Il 36enne nativo di Sydney è il Campione Olimpico di Londra 2012 tra i Laser e ha vinto tre titoli iridati consecutivi in questa specialità.

New Zealand-Luna Rossa 7-3: l'ultima regata in 80 secondi

L’australiano Nathan Outteridge ha vinto la medaglia d’oro tra i 49er alle Olimpiadi di Londra 2012 e l’argento a Rio 2016, quando venne sconfitto da Peter Burling. Sempre tra i 49er ha trionfato ai Mondiali per ben quattro volte e tra i Moth si è imposto in due occasioni (nel 2011 riuscì in un’incredibile doppietta). Ha accettato la sfida con il Giappone. Completano il parterre i meno noti Billy Besson (Francia), Nicolai Sehested (Danimarca), Phil Robertson (Spagna).
Ricordiamo che il SailGP 2021-2022 incomincerà il prossimo 24-25 aprile con la tappa in programma alle Bermuda, poi sbarcherà nella nostra Taranto il 5-6 giugno e da lì inizierà un lungo tour passando da Plymouth (Gran Bretagna), Aarhus (Danimarca), Saint-Tropez (Francia), Caduz (Spagna), Christchurch (Nuova Zelanda) fino alla conclusione prevista a San Francisco (USA) prevista il 26-27 marzo 2022. Non è presente alcuna imbarcazione italiana.

Bruni: "Luna Rossa tornerà, più forte di prima"

Vela
Giovanni Soldini firma un nuovo record di velocità
09/05/2021 A 12:20
America's Cup
Quando sarà la prossima America's Cup? Luna Rossa presente
27/04/2021 A 20:29