Doveva essere una delle finali dall’esito più scontato e così è stato, l’atto conclusivo dei 200 metri ai Mondiali 2019 di atletica leggera non ha riservato sorprese e a trionfare è stato il grande favorito della vigilia: lo statunitense Noah Lyles. Il 22enne ha conquistato il suo primo titolo iridato della carriera ma ha faticato più del previsto per tagliare il traguardo in prima posizione: il velocista di Gainesville non è partito brillantemente, ha sofferto un po’ nei primi cento metri e infatti è stato il canadese Andre De Grasse a entrare in prima posizione sul rettilineo conclusivo. Lyles, che ha perso soltanto un 200 negli ultimi due anni (al Golden Gala di Roma contro il connazionale Norman), è poi riuscito a uscire metro dopo metro e ha trionfato col tempo di 19.83 (in questa stagione era stato capace di spingersi fino a un sontuoso 19.50).
De Grasse si è così dovuto accontentare dell’argento, il nordamericano ha dato pepe a questa bella gara e si è messo al collo la seconda medaglia in questi Mondiali dopo il bronzo sui 100 metri. A completare il podio è stato l’ecuadoriano Alex Quinonez che si era già ben espresso nei turni eliminatori e oggi è sbucato proprio nel finale chiudendo col tempo di 19.98 appena davanti al britannico Adam Gemili che è partito troppo forte e si è inchiodato nel finale (20.03). Il turco Ramil Guliyev, Campione del Mondo due anni fa e Campione d’Europa in carica, deve abdicare: l’anatolico non era in ottime condizioni di forma e si è accontentato della quinta posizione (20.07) davanti al canadese Aaron Brown (20.10), al cinese Zhenye Xie (20.15) e al trinidegno Kyle Greaux (20.39).
Mondiali di Atletica
Tortu: "Darei 8 alla mia stagione, ma il mio obiettivo è il 10 nel 2020"
13/10/2019 A 11:59
Mondiali di Atletica
Doha 2019, cosa resta il giorno dopo? Italia da 6, Fraser, Felix (e Muhammad) da record
07/10/2019 A 09:43
Mondiali di Atletica
Italia chiuda sesta con la staffetta 4×400, non funziona l’esperimento Davide Re al lancio
06/10/2019 A 20:14