Venerdì 12 febbraio dalle ore 18 inizia la seconda giornata di quarti di finale della Coppa Italia 2021, quella del lato considerato "meno nobile" del tabellone, ma non per questo meno interessante vista la presenza di quattro squadre che nella prima metà di campionato hanno regalato ben più di un motivo di interesse. Ad aprire la serata sarà il confronto fra la Happy Casa Brindisi e l'Allianz Trieste, testa di serie numero 2 contro numero 7: i giuliani hanno perso tutti e quattro i confronti contro i pugliesi nelle ultime tre stagioni di campionato, ma la Final Eight è su gara secca e può succedere di tutto. Le due formazioni sono le uniche ad aver battuto Milano in questa Serie A, entrambe le volte al Forum, e quindi conoscono l'ambiente: Trieste vuole stupire, Brindisi parte con l'obiettivo di centrare la terza finale consecutiva e provare finalmente a vincere.

Vitucci

"La qualificazione alla Coppa Italia è il primo traguardo, qua siamo in otto ma ce ne sono altre sette a casa. Due finali di fila è una grande soddisfazione ma poi c'è la sofferenza per non aver conquistato il trofeo. Quest'anno ci siamo qualificati con anticipo, è già una soddisfazione, proveremo a fare un gradino in più pur se il livello è molto alto. Peccato giochiamo di venerdì che è l'aspetto più negativo visto che c'è poco recupero in vista dell'eventuale semifinale, poi speriamo di ritrovare i nostri infortunati, lo sapremo solo a ridosso della partita".
Coppa Italia
Final Eight, favorite e outsider: l'analisi squadra per squadra
09/02/2021 A 14:29
"E' un'ottima squadra, ben allenata, hanno superato diverse difficoltà tra Covid e cambi di roster, la mano di Dalmasson si vede, in campionato è stata una partita tosta, il pronostico è molto aperto".

Dalmasson

"Siamo estremamente orgogliosi di aver dato questa gioia ai nostri tifosi, Trieste è una città che vive di basket, a maggior ragione in un momento così difficile. Esordiente in Coppa Italia? Meglio tardi che mai!".
"Brindisi? Cambiano gli attori ma i risultati restano gli stessi. Sono cambiati i giocatori ma la squadra è rimasta competitiva ad alti livelli. Questo è merito della società, dell'organizzazione e della continuità a livello tecnico".
* * *
Alle ore 20.45 (LIVE su Eurosport 1 HD ed Eurosport Player) il quadro dei quarti è completato dalla sfida tra Banco di Sardegna Sassari e Carpegna Prosciutto Pesaro, forse la sfida più intrigante per la presenza di Gianmarco Pozzecco, Jasmin Repesa e Carlos Delfino, tre che erano insieme nella Fortitudo Bologna di metà anni 2000. La Dinamo ha l'obiettivo della finale, la Vuelle torna a giocare la Coppa Italia dopo 9 anni e non ha nulla da perdere, a maggior ragione per il fatto che ha perso entrambe le partite di campionato contro i sardi, per cui le aspettative sono contenute. C'è da aspettarsi una gara ad alto punteggio, con ritmo alto e tanti punti, visto che parecchi giocatori dei due roster sanno come buttare la palla nel cesto.

Pozzecco

"Mi ricordo il mio esordio con Sassari proprio alla Final Eight di Sassari, mi hanno la possibilità di testarmi di nuovo come allenatore e poi di conoscere il mondo meraviglioso della Dinamo. In 3 anni ho vissuto grande emozioni e costruito notevoli rapporti umani. Merito mio? Mah, io mi affido sempre ai giocatori... Scherzi a parte, abbiamo giocato una partita emotivamente importante e poi abbiamo battuto Venezia in rimonta, "sculando"".
"Repesa? Mi ricordo più o meno tutto, sono passati quasi 20 anni ma oggi ho la lucidità e la razionalità per analizzare quanto accadde in modo diverso. Ero un giocatore di difficile gestione, soprattutto in determinati contesti, e costringevo gli allenatori ad essere o totalmente dalla mia parte oppure a lasciarmi fuori. Ritroverò anche Carlos Delfino che proprio in seguito a quell'episodio andai a trovare in America".
"La Coppa Italia la vince la squadra che gioca meglio, sennò sembra solo che basti il "culo" per vincerla. Lo scorso anno vinse Venezia giocando molto molto bene. E visto che noi stiamo giocando davvero bene, penso a come potrebbero portare la Coppa a Sassari visto che qua a Milano è arrivata in treno col Frecciarossa...".

Pozzecco: "Se la Coppa la portate col Frecciarossa, come arrivate a Sassari?"

Repesa

"Per noi è veramente un grande piacere far parte di questa Final Eight. Siamo una outsider ma lo siamo con pieno merito e siamo pronti a sfidare chiunque con grande entusiasmo, non alzeremo bandiera bianca facilmente".
"Come si vince? Sicuramente vince la squadra che arriva meglio a questo torneo in termini fisici, mentali, con altissima concentrazione".

Final Eight 2021 di Coppa Italia su Eurosport 1 ed Eurosport Player

Coppa Italia
Final Eight di Coppa Italia su Eurosport: calendario e programmazione
09/02/2021 A 11:28
Serie A
Marco Spissu lascia l'Italia: è fatta con l'Unicaja Malaga
20 ORE FA