La Segafredo Virtus Bologna può iniziare a fare qualche pensierino all'Eurolega 2021-22 dopo il successo in gara 1 di semifinale di Eurocup contro l'Unics Kazan. Infatti la squadra di Sasha Djordjevic già venerdì in Russia, battendo Kazan in gara 2, potrebbe conquistare sia un posto in finale, sia il pass per la prossima Eurolega, a patto che Valencia resti fuori dai playoff (giovedì sera sfida il Baskonia di Achille Polonara). L'Eurocup è l'unica strada per la Virtus per tornare nell'Europa che conta e l'ha ribadito il commisioner Jordi Bertomeu, ieri sera alla Segafredo Arena ospite proprio del club bolognese in occasione di gara 1 con l'Unics: "L'anno prossimo ci saranno 2 wild card ma non per l’Italia. La Virtus oggi rappresenta il futuro: ci sono compiti necessari per noi e per il club. Nei prossimi 2-3 anni lavoreremo insieme. L’Italia resta un punto di riferimento per noi".

Punti e assist a raffica: quarto periodo favoloso di Teodosic contro Kazan

Questo rafforza l'idea che la Virtus Bologna merita il palcoscenico principale ma deve guadagnarselo, in campo e fuori, soprattutto con una struttura societaria ed un palazzo all'altezza della competizione. "La Virtus ha lavorato bene in questi anni e spero continui nel progetto del palazzo nuovo. L’arena è l’elemento fondamentale per garantire la sostenibilità economica. Siamo ottimisti sullo sviluppo dei palazzetti in tutta Europa in tempi ragionevoli. La Virtus per noi è cuore pulsante, ricordi di tanti momenti felici e belle esperienze. La Virtus sta rientrando, anzi è già rientrata nella elite della pallacanestro europeo. Questo è importante, guardare al futuro e non al passato. Il nostro compito è quello di aiutare i club a lavorare sulla struttura profonda", dice ancora Bertomeu. La chiosa del boss di Eurolega è importante: "Da qui al 23/24 vogliamo avere 16-18 club con licenza pluriennale e proprietarie della Lega. La Champions di calcio va verso più partite ed è la strada che potremmo percorrere anche noi in futuro".
EuroCup
La grandezza del campione: il Milos Teodosic migliore dell'anno
07/04/2021 A 10:55
Da qui al 23/24 vogliamo avere 16-18 club con licenza pluriennale e proprietarie della Lega. L'anno prossimo ci saranno 2 wild card ma non per l’Italia
E la Virtus Bologna ne vuole far parte, come ribadito dal patron Massimo Zanetti, che ha parlato in occasione del rinnovo triennale della partnership con BolognaFiere: "Il nostro sogno è l’Eurolega, penso sia la giusta collocazione per la nostra società e che la Virtus lo meriti. Tempi? Finché non sarà finita questa tragedia collettiva del Covid non si potrà far nulla, ma spero tra gennaio e febbraio di iniziare a fare qualcosa e posare il primo mattone, con l’obiettivo di essere pronti per l’estate 2024. La stagione? Fin qui sono contentissimo perché abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati, poi tanto dipenderà da questa serie perché l’obiettivo è qualificarsi all’Eurolega".

Highlights: Virtus Bologna-Unics Kazan 80-76

EuroCup
Teodosic spinge la Virtus in gara-1: Kazan battuta 80-76
06/04/2021 A 20:51
EuroCup
Beli non basta, Virtus poco lucida nei momenti decisivi
UN GIORNO FA