Dopo Krushelnitckii, bronzo nel doppio misto del curling risultato positivo al meldonium, un altro caso di doping colpisce la Russia ai Giochi di PyeongChang. Nadezhda Sergeeva, atleta del bob a 2, sarebbe infatti risultata positiva a un controllo antidoping. Seergeva - in coppia con la connazionale Anastasia Kocherzhova - si era classificata dodicesima nella sua gara e già nel 2016 era stata pizzicata per positività al metadone. Al momento non è data sapere la sostanza incriminata ma secondo le prime ricostruzione sarebbe stata assunta tramite spray nasale.

PyeongChang
Doppietta tedesca nel bob a 4: oro e argento ex-aequo con la Corea del Sud
25/02/2018 A 04:20

È stato il presidente della federazione russa di bob Alexander Zubkov a confermare la positività al quotidiano russo 'Sport Express'. I vertici russi stavano facendo di tutto per convincere il CIO a permettere ai propri atleti di sfilare con uniforme e bandiere della Russia nella cerimonia di chiusura di domenica; un tentativo che ora rischia di cadere clamorosamente nel vuoto.