"Sul tema commissioni non posso parlare, ma posso ricordare la mia storia. Alleno da otto anni, le mie squadre non hanno mai acquistato giocatori di Jorge Mendes e personalmente non l’ho mai imposto. André Silva al Milan e Faouzi Ghoulam al Napoli già c’erano, ad esempio". Gennaro Gattuso torna a parlare. Dopo il lungo silenzio stampa imposto dal Napoli e l'affaire Fiorentina che impone inevitabili "silenzi contrattuali", Rino ha rilasciato un'intervista al quotidiano Repubblica.

"Mendes? Mai imposto un suo giocatore"

Serie A
Morace difende Gattuso: "E' contro ogni discriminazione"
19/06/2021 A 13:00
Sull'agente portoghese ha quindi aggiunto: "Mendes è un amico, mi dà consigli per la mia carriera visto che ha grandissima esperienza. Il mercato non spetta a me, ma ai dirigenti. I ruoli li rispetto sempre. Sono ambizioso e voglio giocatori forti e funzionali alla mia squadra e alla mia filosofia tecnico-tattica, indipendentemente dal loro procuratore".

"Commisso? Mai incontrato di persona"

Quindi, stuzzicato sul presidente della Fiorentina Rocco Commisso, ha commentato: "Non posso parlare di questo tema, anche perché è una persona che dal vivo non ho mai incontrato".

Tottenham? Sono vittima degli haters

Non solo Fiorentina. L'inizio estate di Gattuso è stato tormentato anche dal polverone sollevato dai tifosi del Tottenham, subito dopo il suo accostamento alla panchina degli Spurs: "Non sono affatto razzista. Né sessista, né omofobo. Sono state travisate mie vecchie dichiarazioni. Perché non chiedete ai miei vecchi compagni o giocatori che ho allenato, che tipo di rapporto ho avuto con loro? Mi hanno chiamato 'terrone' in tutti gli stadi. E ora, semplicemente, come tanti, sono vittima dell'odio da tastiera".

Covid, Draghi, Gattuso: la conferenza di De Laurentiis in 6 minuti

Calciomercato 2020-2021
Gattuso, niente Tottenham: decisive le proteste dei tifosi
18/06/2021 A 08:39
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (05/08)
05/08/2021 A 19:41