La situazione Adrien Rabiot non si sblocca e, stando alle ultime pretese della madre Veronique, sembra che non ci siano i presupposti per concretizzare il passaggio del centrocampista francese al Manchester United. La Juventus aveva trovato l'accordo per la cessione del classe '95, ma il giocatore (e la madre agente) non hanno trovato la stessa intesa con il club britannico, ovviamente parliamo dell'intesa sull'ingaggio. E ora? Nulla è perduto, soprattutto per Allegri, che considera Rabiot comunque funzionale al suo progetto tecnico. Al contrario di altri (vedi Arthur), Rabiot può entrare facilmente nelle rotazioni della Juventus anche se la sua cessione sarebbe stata una boccata d'ossigeno anche per le casse del club. Da una parte fare plusvalenza, dall'altra risparmiare un ingaggio alto (7 milioni netti) per tentare il definitivo assalto a Paredes.
TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIOMERCATO

Rabiot torna ad allenarsi in gruppo...

Calciomercato
Rabiot blocca il mercato Juve: distanza con lo United, Paredes in stallo
17/08/2022 ALLE 09:57
In attesa di nuovi sviluppi, Rabiot torna ad allenarsi in gruppo. Il centrocampista francese non era partito col club nella tournée negli Stati Uniti ed era rimasto ad allenarsi alla Continassa con la squadra, diciamo, B. Lo si è visto per qualche minuto durante l'amichevole contro l'Atlético Madrid, ma non è stato poi convocato per il debutto in campionato contro il Sassuolo. Proprio perché c'era in corso questa trattativa col Manchester United che sembrava ormai agli sgoccioli. E adesso? E adesso Rabiot torna in gruppo come se niente fosse successo. Il club sperava in una sua cessione per diversi motivi, soprattutto di bilancio, considerando inoltre che il contratto di Rabiot scadrà a giugno prossimo, ma Allegri non si fascia la testa. Non c'è Pogba, lui avrebbe voluto Paredes, ma Rabiot può tornare sempre utile in un discorso di rotazioni tra campionato e Champions, con l'ex PSG funzionale al modo di giocatore del tecnico. Sia che venga messo in campo il 4-4-2, il 4-2-3-1 o il 4-3-3, si può trovare un posto a Rabiot come interno. Ergo, Rabiot è da considerarsi a tutti gli effetti un giocatore della Juventus fino a fine stagione.

Rabiot durante un allenamento alla Continassa - 2022

Credit Foto Eurosport

Rabiot-Manchester United: perché la mamma ha detto no

Il Manchester United aveva messo sul piatto 8 milioni di euro netti come ingaggio, comprensivo di bonus, superando l'attuale stipendio che Rabiot percepisce alla Juve. La mamma Veronique ha però detto di no, non contenta di come il club britannico ha 'distribuito' l'offerta. Base di 6 milioni, più bonus. Rabiot aveva invece richiesto un ingaggio da 9 milioni come base più un milione di euro di bonus legato all'eventuale qualificazione del Manchester United alla prossima Champions League. Così i Red Devils hanno detto di no, considerando che Rabiot sarebbe stato un acquisto vero e proprio e non un ingaggio di un giocatore a parametro zero. Secondo Manchester Evening News, inoltre, la stessa Veronique non è mai stata fan di questa trattativa, non considerando lo United il club giusto per il figlio. Essendo una squadra fuori dalla Champions League... Al momento si ritiene che lo United non procederà con ulteriori rilanci. Possibili ritorni di fiamma? Può darsi, ma mai alle richieste presentate dal centrocampista della Juventus.

Tutte le maglie della nuova stagione della Serie A

Calciomercato
Juventus, se Rabiot va si sblocca Paredes
09/08/2022 ALLE 06:32
Calciomercato
Juve, Pogba stoppa le cessioni? Arthur e Rabiot, gli scenari
26/07/2022 ALLE 16:53