Lazio-Bayern Monaco, match valido per gli ottavi di finale di andata della Champions League 2020/21, si é concluso con il punteggio di 1-4. A segno Lewandowski, Musiala, Sané nel primo tempo, autorete di Acerbi e gol della bandiera di Correa nella ripresa. Il risultato dell'Olimpico certifica la differenza di valore tra le due formazioni e rende praticamente certa la qualificazione ai quarti per i bavaresi. Questa l'analisi in cinque punti del match.

1) Bayern nettamente superiore, ma avvantaggiato dagli errori della Lazio

Champions League
Lazio-Bayern 1-4, pagelle: incubo Musacchio, super Sané
23/02/2021 A 22:10
Il livello delle due formazioni, come facilmente immaginabile alla vigilia, è totalmente diverso. Pur senza un pilastro come Muller, i bavaresi hanno dimostrato di giocare su un altro pianeta rispetto ai biancocelesti. Piú organizzati, piú rapidi, piú decisi, piú pronti a queste partite. Va anche detto che tre gol su quattro la formazione di Inzaghi li ha praticamente regalati, a partire dal primo, con il grave errore in disimpegno di Musacchio. E se aiuti chi è già forte di suo, poi i risultati sono questi.

Robert Lewandowski

Credit Foto Getty Images

2) Immobile vs Lewandowski? Non c'è stata partita

Poche occasioni per capitan Ciro, ma Robert Lewandowski ha confermato di essere un attaccante di caratura internazionale, uno abituato a giocare ottavi di finale di Champions, spesso risultando decisivo. Immobile, invece, paga ancora una minore esperienza internazionale e una consueta fatica ad imporsi quando trova avversari più forti (spesso accade in Nazionale). 1-0 Lewandowski come gol, ma il divario mostrato in campo tra i due è ben più ampio.

Inzaghi: "C'era un rigore per noi sullo 0-1, ci siamo impauriti"

3) Occhio a Musiala, 17 anni di personalità

Classe 2003, inglese, cresciuto nel Chelsea ma acquistato giovanissimo dal Bayern Monaco. Jamal Musiala, oltre ad essersi messo in evidenza con il bellissimo gol realizzato, ha esternato una personalità esagerata. Visione di gioco, intelligenza calcistica, forza. Davvero un gioiellino, che Flick (anche grazie ai tanti indisponibili dell'ultimo periodo) sta lanciando con continuitá. Gioca centrocampista centrale, ma ha un buon tiro e sa inserirsi. Un diciasettenne di assoluto talento.

Musiala - Lazio-Bayern Monaco - Champions League 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

4) Musacchio e Patric inadeguati a questi livelli

Non vogliamo puntare il dito contro nessuno, ma gli errori a certi livelli si pagano caro e le due fesserie commesse da Musacchio e Patric lo confermano. In generale per gli ottavi di finale di Champions i due marcatori biancocelesti sono sembrati davvero fuori contesto. Lenti, spaesati, distratti, insicuri. Due che anche in Serie A hanno spesso faticato. Difficile ipotizzare che in questa competizione, contro attaccanti forti come quelli del Bayern, potessero fare bene.

Neuer - Lazio-Bayern Monaco - Champions League 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

5) Qualificazione decisa, Bayern ancora favorito per la Coppa

Questo 1-4 rende di fatto quasi inutile la partita di ritorno all'Allianz Arena. Impensabile la rimonta dei biancocelesti contro questo Bayern Monaco. La squadra di Flick, tra l'altro, grazie alla qualità media della rosa, all'esperienza accumulata e alla consapevolezza del gruppo, rimane la grande favorita per la conquista del trofeo. Il "bis" europeo è sempre difficile da ottenere, ma i bavaresi hanno tutti i mezzi per provarci ancora.

Inzaghi: "Lazio-Bayern il coronamento di 5 anni di lavoro"

Calciomercato 2020-2021
Alaba, ingaggio monstre al Real: oltre 110 milioni in 5 anni
11 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Lazio, assalto là davanti a Kostic: incontro tra Tare e agente
12 ORE FA