=Lazio=

Thomas STRAKOSHA 7,5 - I due rigori parati vanno ad aggiungersi ad alcuni ottimi interventi su Suso, Çalhanoglu e Calabria. Per sua sfortuna è tutto inutile.
Martin CACERES 6,5 - Resta in campo una settantina di minuti, giocando in maniera sicura e non sbagliando praticamente nulla. Esce per i soliti problemi fisici (dal 69' Luiz FELIPE 5 - Tiene botta nel finale dei tempi regolamentari e nei supplementari, ma commette l'errore decisivo per mandare in finale il Milan)
Coppa Italia
I rigori premiano il Milan: 5-4 alla Lazio, è finale contro la Juventus
28/02/2018 ALLE 19:15
Stefan DE VRIJ 6,5 - Un errorino nel primo tempo e poi la solita prestazione attenta e precisa. Limita al massimo Cutrone e poi Kalinic.
Stefan RADU 6,5 - Bene anche lui. Con un rinvio sballato rischia di aprire la strada verso la porta a Bonaventura, ma è una delle sue uniche imprecisioni. Troppo irruente e ammonito nei supplementari.
Adam MARUSIC 5,5 - Qualche lampo isolato e nient'altro. Nel complesso sottotono. Non riesce mai a proporre situazioni di pericolo (dal 103' Jordan LUKAKU 5,5 - Di solito è micidiale a partita in corso, ma trova un muro che non riesce a sfondare)
Marco PAROLO 6 - In affanno con le iniziative di Bonaventura, che proprio dalla sua zona parte per avvicinarsi all'area, ma non molla. Sempre pericoloso negli inserimenti in area, ma mai mortifero.
Lucas LEIVA 6,5 - Esperienza, testa alta e qualità. Meglio nel primo tempo rispetto a una ripresa in cui entra meno nel vivo del gioco. Una buona prestazione solo parzialmente macchiata dall'errore dal dischetto.
Sergej MILINKOVIC-SAVIC 6 - Elegante e raffinato ogni volta che tocca il pallone. Dopo un buon primo tempo in cui sfiora il gol, però, nemmeno lui riesce a prendere per mano la Lazio.
Senad LULIC 6 - Molto più ficcante di Marusic. Si propone, dribbla, crossa, anche se con alterne fortune. Cala vistosamente alla distanza, perdendo in precisione.
Luis ALBERTO 6 - Parte piano e poi si scalda, entrando sempre più nel vivo del gioco. Un meraviglioso assist di tacco a liberare Immobile al tiro è la perla della sua partita (dal 67' Felipe ANDERSON 6 - Porta sprizzi di vivacità nel match, ma anche poca incisività. Un po' egoista quando prende palla e parte in dribbling)
Ciro IMMOBILE 6,5 - Ha alcune tra le migliori opportunità create dalla Lazio, ma viene murato da Donnarumma. Non si dà mai per vinto, creando una serie di grattacapi alla difesa rossonera. Bella sfida con la coppia Bonucci-Romagnoli.
All. Simone INZAGHI 6,5 - La Lazio perde e manca l'opportunità di andare in finale, ma per buoni tratti della gara il gioco c'è. E non è una novità.

Immobile, Bonucci e Kessie in Lazio-Milan

Credit Foto Eurosport

=Milan=

Gianluigi DONNARUMMA 7,5 - Una sola leggerezza su Immobile, ma è protagonista in più fasi del match. Nel primo tempo chiude la porta al centravanti e a Milinkovic- Savic, poi para due rigori.
Davide CALABRIA 6 - Continuamente sollecitato da Lulic e dagli altri elementi offensivi laziali. Inevitabilmente in difficoltà, con tanto di ingenuo fallo al limite su Immobile, ma mai domo. Ha la palla dello 0-1, ma non la sfrutta.
Leonardo BONUCCI 7,5 - Conferma per l'ennesima volta di essere il lontano parente del Bonucci di inizio stagione. Monumentale prestazione dell'ex bianconero, che regala sicurezza alla difesa nonostante debba fronteggiare un cliente pericolosissimo come Immobile e manda pure in porta Kalinic. Un cambiamento impressionante. E non tradisce nemmeno dal dischetto.
Alessio ROMAGNOLI 7,5 - Non sempre legge nel migliore dei modi i movimenti di Immobile e si prende pure un giallo. Ma ha il merito di non crollare ed è anche lui protagonista di grandi chiusure nella fase più calda, fino a segnare il rigore decisivo.
Ricardo RODRIGUEZ 5,5 - Inizia in maniera pessima, con un disimpegno centrale che per poco non favorisce Milinkovic-Savic. Poi gioca una gara onesta, ma trema dal dischetto.
Franck KESSIÉ 6 - Corsa e grinta. Come al solito. Rimedia un'ammonizione già nel primo tempo, ma non si fa condizionare oltremisura ed è prezioso in recupero (dal 98' Riccardo MONTOLIVO 5,5 - Tenta di portare tranquillità e palleggio al reparto, riuscendoci solo a sprazzi. Sbaglia il proprio rigore)
Lucas BIGLIA 6 - Ex della partita, fatica col palleggio dei suoi vecchi compagni. In ogni caso rimane in partita, provando a portare ordine nella manovra rossonera.
Giacomo BONAVENTURA 6,5 - Uno dei più dinamici del Milan. Fa le veci degli attaccanti, trascinando palloni pericolosi in contropiede e portandosi spesso e volentieri fino al limite. Non sempre preciso, ma propositivo e instancabile.
SUSO 5,5 - Uno dei grandi assenti della sfida. Un sinistro con cui chiama Strakosha all'intervento è uno dei rarissimi squilli in una gara in cui "tradisce" il Milan non regalando l'apporto sperato (dal 108' Fabio BORINI 6 - Prezioso nel ripiegare e ripartire nel concitato finale)
Patrick CUTRONE 5,5 - Generoso nel muoversi e nel proporsi ai compagni, ma praticamente mai in partita. Ha un paio di buone opportunità in area, ma non trova il modo di calciare verso la porta (dal 70' Nikola KALINIC 4,5 - Entra al posto di Cutrone ma è un corpo estraneo per tutto il tempo. E come se non bastasse, al 117' scialacqua il match point rossonero. Per sua fortuna, i compagni rimediano dal dischetto)
Hakan ÇALHANOGLU 6 - Comincia con un buco che libera Marusic al cross e non prosegue molto meglio, sprecando un paio di opportunità in contropiede. Su punizione, però, chiama al volo Strakosha.
All. Gennaro GATTUSO 7 - Che sia tutto un altro Milan è ormai evidente a chiunque. Non solo per il risultato: per la compattezza di squadra e per la capacità di far quadrato di fronte alla pressione avversaria. Premiato dai rigori.
Calciomercato
Leão apre al rinnovo: "La prima riunione con Maldini è stata positiva"
30/11/2022 ALLE 12:05
Calciomercato
🗞 Inter su Musah, Milan attento ai corteggiatori di Leao
26/11/2022 ALLE 08:21