Portogallo

Rui PATRICIO 6,5 - Quando viene chiamato in causa, lui c'è sempre. Nessun intervento impossibile nel tabellino, ma tanta sicurezza e una parata non facile per dire di no a Bale.
CEDRIC 6 - Spinge poco, ma non commette certi errori banali visti contro la Polonia, e non solo perché non ha Grosicki da tenere: là dietro è attento e preciso nelle sue giocate.
Euro 2020
Portogallo-Francia 2-2, pagelle: Ronaldo e Benzema gol, ma Pogba...
15 ORE FA
Bruno ALVES 6,5 - Ha qualche difficoltà in certe fasi della gara, sia con la fisicità di Bruno Alves che con lo spunto in velocità di Bale. Meglio nella ripresa, così come tutto il Portogallo.
José FONTE 7 - L'assenza di Pepe potrebbe mandare nel panico il Portogallo, ma così non è: ci pensa lui, con una prestazione solidissima, a tenere le redini della difesa.
Raphael GUERREIRO 6 - Non trova spazi per spingere, limitandosi a scambiare con João Mario senza affondare il colpo. Il duello con Gunter termina sostanzialmente in parità.
Danilo PEREIRA 6,5 - Presidia la zona davanti alla difesa portoghese, dimostrandosi più abile a fare da schermo che a distribuire palloni. Va pure vicino al gol.
Renato SANCHES 6,5 - Altra prestazione di dinamismo, sostanza e personalità in mezzo al campo. Cuce il gioco e va pure alla conclusione. Si conferma come uno dei grandi punti di forza del Portogallo (dal 74' André GOMES 6 - Fresco e sveglio, entra bene in partita partecipando nell'ultimo quarto d'ora a ripartenze pericolose)
Adrien SILVA 6,5 - In fase di costruzione si vede ancora una volta poco, ma il suo dinamismo permettono al Portogallo di reggere il confronto in mezzo al campo. Esce nel finale (dal 79' João MOUTINHO s.v.)
João MARIO 6,5 - Nulla di speciale, ma è uno dei più attivi nella fase più "sonnolenta" del Portogallo. Tocca tanti palloni, calando un po' nella ripresa e sprecando clamorosamente la chance del 3-0.
NANI 6,5 - Quasi invisibile per un tempo, quando cerca l'intesa con Ronaldo senza trovarla, partecipa anche lui alla festa segnando il 2-0. Non la migliore prestazione della carriera, ma il gol è fondamentale per chiudere i discorsi (dall'86' Ricardo QUARESMA s.v.)
Cristiano RONALDO 7 - L'eroe del Portogallo, ancora una volta, è lui: sua la rete del vantaggio, suo il tiro sbagliato che diventa un assist per il raddoppio di Nani. Sbatte contro la difesa gallese per buona parte della gara, ma quando serve lascia il segno.
Ct: Fernando SANTOS 6,5 - Contro ogni pronostico porta in finale una formazione che nelle qualificazioni aveva perso in casa contro l'Albania. Senza punte vere, con un calcio poco spettacolare ma evidentemente redditizio.
https://i.eurosport.com/2016/07/06/1890101.jpg

Galles

Wayne HENNESSEY 5,5 - Non ha colpe sui due gol subiti. Ma in un paio di occasioni - su Danilo e su Nani - è tutt'altro che imperfetto nei suoi interventi.
James COLLINS 7 - Gioca col fisico, con la stazza, con l'attenzione soprattutto sui palloni alti. E se la cava bene, non facendo rimpiangere Davies con il suo gioco rude e senza fronzoli (dal 66' Jonny WILLIAMS 5,5 - La volontà e la determinazione ci sono, tanto da indurre Cristiano Ronaldo a prendersi un giallo. Non riesce però a cambiare volto alla partita)
Ashley WILLIAMS 6 - Il ko non può essere certo imputato a lui: assieme ai due compagni della difesa gioca senza patemi per buona parte della gara, arrendendosi alle individualità delle stelle portoghesi.
James CHESTER 5,5 - Buon senso della posizione e buone chiusure, ma sui palloni alti si fa superare: Cristiano Ronaldo lo grazia una prima volta, non una seconda.
Chris GUNTER 5,5 - Corsa costante come al solito, buona predisposizione difensiva, un paio di buoni cross, ma nulla che consenta al Galles di trarre beneficio dalla sua spinta.
Joe ALLEN 5 - Inizia malissimo, perdendo un pallone dopo l'altro e rischiando di mettere in difficoltà i compagni. Rincorre avversari e morde caviglie, ma nel finale si becca pure un doppio tunnel da Quaresma. Serataccia.
Joe LEDLEY 5,5 - Se si eccettua uno splendido schema da azione d'angolo che porta al quasi-vantaggio di Bale, nella sua gara ci sono poche verticalizzazioni e pochi spunti utili (dal 58' Sam VOKES 5 - Apporto quasi nullo, nonostante il tentativo di forcing del Galles. Anzi, si pesta pure i piedi con Williams)
Andy KING 5,5 - Deve rimpiazzare Ramsey, e non è un'impresa da poco. Prova a non rimanere troppo lontano da Bale e Robson-Kanu, ma il suo impatto non è particolarmente felice.
Neil TAYLOR 5,5 - La corsa c'è, qualità e concretezza no. Le sue continue avanzate sulla fascia sinistra non trovano un esito accettabile.
Gareth BALE 7 - Il sole attorno a cui gira l'intera formazione gallese è sempre e solo lui. Nonostante il ko mostra ottimi spunti in velocità e calcia più volte in porta. Senza Ramsey, però, predica nel deserto.
Hal ROBSON-KANU 5 - Stavolta non si ripete, a differenza di quanto aveva fatto contro il Belgio. Un solo spunto da ricordare, in velocità su Bruno Alves, poi tanta battaglia a vuoto (dal 63' Simon CHURCH 5,5 - Prova a stazionare in area, ma nemmeno il suo vigore fisico è sufficiente per abbozzare una rimonta)
Ct: Chris COLEMAN 6 - Come prevedibile il suo Galles perde qualità dall'assenza di Ramsey, anche se Bale gioca una gran gara. Prova a raddrizzare il match inserendo più attaccanti, ma non serve a nulla. È stata comunque una splendida avventura.
VIDEO: Ronaldo vs Bale: i loro gol a Euro 2016
Euro 2020
Ecco Benzema! In gol con la Francia 2560 giorni dopo l'ultima volta
16 ORE FA
Euro 2020
Ronaldo nella storia: eguagliato il record di gol di Ali Daei
17 ORE FA