61% di possesso in finale, volume di passaggi superiore in tutto e per tutto a quello dell'Inghilterra: dopo aver sofferto e ceduto il pallino del gioco alla Spagna in semifinale l'Italia del ct Roberto Mancini ritrova la sua identità e scrive il suo manifesto programmatico nel momento più bello e importante, conquistando con ampio merito un trofeo che mancava da 53 lunghissimi anni.

I dati ufficiali (UEFA)

https://i.eurosport.com/2021/07/12/3172020.png
Euro 2020
Italia-Inghilterra, 5 verità: Bonucci-Chiellini, la grande bellezza
12/07/2021 A 07:49
Il possesso palla, sterile e fine a sé stesso nella prima - contrattissima - frazione a Wembley, nel secondo tempo diventa improvvisamente efficace e redditizio. Gli Azzurri nascondono il pallone agli inglesi e sfondano, come ormai ci avevano abituato a a fare. Ci vuole un Pickford non troppo ortodosso ma tremendamente efficace a tenere a galla gli inglesi. Il rinascimento azzurro è servito: altro che catenaccio, l'Ital-Mancio sviluppa un calcio moderno e al passo coi tempi. Dal giorno uno della nuova legislatura. Persino lo scettico Gary Lineker - colui il quale aveva ironizzato sul "catenaccio" contro la Spagna - si è dovuto ricredere, plaudendo i vincitori per lo stile di gioco e invitando gli sconfitti (la sua Inghilterra) a essere più coraggiosi:

"Azzurri, l'avete meritato"

Insomma, un'Italia che vince, convince e fa scuola. Ora non resta che concludere l'opera con vista Mondiali di Qatar, fissati per l'inverno 2022: siamo reduci da tre (!) campagne fallimentari in Coppa del Mondo, guai a pensare che Wembley sia la stazione d'arrivo.

Donnarumma para, Jorginho segna: esplode la festa dei tifosi!

Euro 2020
Italia-Inghilterra 4-3 dcr, pagelle: Donnarumma eroe azzurro
11/07/2021 A 22:26
Euro 2020
Italia-Inghilterra: le 10 statistiche più "croccanti"
10/07/2021 A 19:01