E’ tutto vero, ed è veramente bellissimo. L’Italia di Roberto Mancini è finale di Euro 2020 dopo aver battuto una grandissima Spagna solo dopo dei tesissimi calci di rigore. E’ tutto vero, perché quella dei ragazzi di Mancini è favola bellissima. E pensare che solo 3 anni fa mancavamo per la la qualificazione alla fase finale dei Mondiali, ora gli Azzurri sono in finale di un campionato Europeo. Onore a Mancini, onore al suo staff, e onore a una squadra che non ha mai mollato. Nemmeno quando Morata, a dieci minuti dalla fine pareggia la bellissima rete di Chiesa (60’) e mandava una bellissima semifinale ai tempi supplementari.
Gara complicata, complicatissima, per l’Italia che soffre terribilimente il palleggio iberico e non riesce a dominare come nelle precedenti partite. Barella, palo, illude dopo 4’ minuti, ma era comunque in fuorigioco, poi è monologo spagnolo. L’Italia però concede il pallino agli avversari, e prova a pungere in contropiede. E così, dopo una bella parata di Donnarumma, Emerson colpisce la traversa proprio poco prima dell’intervallo. Nella ripresa è sempre la Spagna a condurre la partita, ma è Chiesa con un bellissimo destro a giro a spezzare l’equilibrio. La Spagna cresce, l’Italia cala di intensità e all’80’ viene imbucata da un Morata subentrato da poco dalla panchina.
Girandola di cambi, da una parte e dall’altra, supplementari giocati in apnea dai 22 campi. Si va così alla più classica lotteria dei rigori, che cominciano con Locatelli ipnotizzato da Simon. Olmo però spara alto subito dopo, poi nessuno errore fino al penultimo spagnolo con Donnarumma che ipnotizza proprio Morata. Jorginho è glaciale, e manda in Paradiso un intero Paese. Italia in finale, è tutto bellissimo.
Mondiali
Marocco-Spagna 0-0 (3-0 dcr), pagelle: Bounou eroe, Morata delude
16 ORE FA
Domenica sera, sempre Wembley sempre alle 21:00 (aspettando Inghilterra o Danimarca) l’ultimo atto di questa bellissima favola. Per ora, per piacere, non svegliateci. Troppo bello...

Poo Po Po Po Po Poooo Poo: festa Azzurra per la finale raggiunta!

IL TABELLINO DI ITALIA-SPAGNA 1-1 (5-3 dcr)

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson Palmieri (dal 73’ Toloi); Barella (dall’85’ Locatelli), Jorginho, Verratti (dal 73’ Pessina); Chiesa (dal 107’ Bernardeschi), Immobile (dal 61’ Berardi), Insigne (dall’85’ Belotti). Ct.: Mancini.
SPAGNA (4-3-3): Unai Simon; Azpilicueta (dall’85 Llorente), Eric Garcia (dal 109’ Torres), Laporte, Jordi Alba; Koke (dal 70’ Rodri) , Busquets (dal 105’ Thiago), Pedri; Ferran Torres (dal 61’ Morata), Oyarzabal (dal 70’ Moreno), Dani Olmo. Ct.: Luis Enrique.
Arbitro: Felix Brych (Germania).
Gol: Chiesa 60’ (I), Morata 80’ (S)
Assist: Dani Olmo (S)
Ammoniti: Busquets (S), Toloi (I), Bonucci (I)
Rigori: Locatelli (parato), Dani Olmo (fuori), Belotti (GOL), Moreno (GOL), Bonucci (GOL), Thiago (GOL), Bernardeschi (GOL), Morata (PARATA), Jorginho (GOL)

Donnarumma para, Jorginho segna: esplode la festa dei tifosi!

LA CRONACA DELLA PARTITA IN 8 MOMENTI CHIAVE

4’ PALO DI BARELLA... ma viene fischiato un fuorigioco del centrocampista dell'Inter, lanciato in profondità da Emerson. Azione che inizialmente viene lasciata correre, poi fermata da Brych dopo la sua conclusione
25’ SUPER DONNARUMMA! Dani Olmo si ritrova il pallone sul destro da pochi passi e calcia, trovando una grande respinta del portiere azzurro
45’ TRAVERSA DELL'ITALIA! Insigne premia la sovrapposizione in area di Emerson, che da posizione defilata colpisce l'incrocio dei pali più vicino, con la palla che rotola poi sul fondo
52’ BUSQUETS SFIORA IL VANTAGGIO! Oyarzabal in uno contro uno, tocco al limite per il metronomo del Barça, che di prima intenzione calcia di poco alto!
60’ GOL DI CHIESA! Contropiede di Insigne, palla vagante nell'area spagnola, recupera Chiesa che con un destro a giro lascia impetrito Unai Simon! SIAMO IN VANTAGGIO! SIAMO IN VANTAGGIO! SIAMO IN VANTAGGIO!
68’ BERARDI MANCA IL RADDOPPIO! Stupenda iniziativa di Chiesa, che imbuca in area per il compagno: destro da pochi passi e respinta coi piedi di Unai Simon
80’ GOL! 1-1 SPAGNA! MORATA! Dani Olmo tocca in area per l'attaccante della Juve, che si presenta davanti a Donnarumma e col sinistro non può sbagliare. Tutto da rifare.
109’ ANNULLATO GOL A BERARDI! L’attaccante del Sassuolo in spaccata sul secondo palo segna una gran rete. Annullata giustamente, netta la posizione di offside.
LA SERIE DEI RIGORI: Locatelli (parato), Dani Olmo (fuori), Belotti (GOL), Moreno (GOL), Bonucci (GOL), Thiago (GOL), Bernardeschi (GOL), Morata (PARATA), Jorginho (GOL)

IL MIGLIORE IN CAMPO

Gianluigi DONNARUMMA - Reattivo su Olmo al 25' con un grande riflesso, sul gol di Morata non può fare nulla. Regala la qualificazione alla finalissima di domenica parando il rigore dello stesso Morata. Due sole parate vere, ma che pesano come macigni. Decisivo

IL PEGGIORE IN CAMPO

Nicolò BARELLA - Avvio energico, si getta negli spazi e sembra il più vivace. Poi spreca un'enorme palla gol per un dribbling di troppo e accusa il colpo. In mezzo gli spagnoli lo fanno correre tremendamente a vuoto

LA STATISTICA

Cabala ribalta con la Spagna ai rigori: negli ultimi Europei fuori ai rigori (con la Germania nel 2016), ultima sfida ai rigori con la Spagna (sempre agli Europei). L'Italia ribalta il trend, vince e vola in finale

IL MOMENTO SOCIAL

Hakimi-PSG: ora è ufficiale! Venezia, pazza idea Giovinco

Mondiali
Il sogno è realtà, Marocco ai quarti! Spagna ko ai rigori
21 ORE FA
Mondiali
Giappone-Spagna 2-1, pagelle: disastro Unai Simon
01/12/2022 ALLE 21:35