–- CHIEVO ---

Stefano SORRENTINO 6 – Mai chiamato in causa nel primo tempo, subisce un gol su cui può poco.
Fabrizio CACCIATORE 6.5 – Sfiora il gol al 16' con un bel colpo di testa. Sulla destra corre tanto e soffre poco.
Serie A
Segnano e dominano le difese: tra Chievo e Lazio è 1-1
11/09/2016 A 12:56
Dario DAINELLI 7 – Impeccabile nel primo tempo, sempre in anticipo e dominante su Immobile. Peccato l'errore di valutazione, sul quale c'è lo zampino anche dei compagni, sul gol di De Vrij, che però non intacca la bellissima prestazione
Alessandro GAMBERINI 7 – Insieme a Danielli erge il muro difensivo che non consente agli avversari di non far preoccupare Sorrentino. In più è decisivo in occasione del gol del vantaggio. Fondamentale (dal 75' Bostjan CESAR 6 – Entra e va vicino al gol con un tiro ravvicinato mandato alto).
Massimo GOBBI 6 – Copre su Anderson e spinge quando i suoi costruiscono qualcosa. Gara positiva, senza errori con qualche bello spunto.
Ivan RADOVANOVIC 6 – E' il creatore di gioco arretrato del Chievo, quello che imposta per poi servire Birsa che pensa ai ricami. Utile sempre anche se poco vistoso.
Lucas CASTRO 5.5 – Gara non entusiasmante, svolge il suo compito a centrocampo senza eccellere.
Valter BIRSA 6.5 – E' l'anima creativa del Chievo, il giocatore che può inventare occasioni anche da calci da fermo, come puntualmente fa al 16' mettendo sulla testa di Cacciatore la palla del possibile 1-0 (dal 76' Jonathan DE GUZMAN s.v.).
Perparim HETEMAJ 6.5 – Bravo in contrasto a centrocampo, è lui l'anima rude del Chievo e oggi la sua legna porta a un buon punto.
Riccardo MEGGIORINI 5 – Contro i difensori della Lazio fatica parecchio, pagando forse più di tutti.
Sergio PELLISSIER 5.5 – Prende un sacco di botte nei contrasti con Bastos e soprattutto De Vrij, uscendone spesso malconcio. Tiene botta, ma questa volta la sua vittima preferita (7 gol in carriera alla Lazio) si salva (dal 70' Roberto INGLESE 5.5 – Poco incisivo anche se volenteroso).
All.: Rolando MARAN 7 – Il suo Chievo è ben costruito e si basa su una difesa di ferro. Su queste solide fondamenta vedremo probabilmente un altro anno con una salvezza tranquilla.

Stefan De Vrij, Lazio, Serie A 2014-2015 (LaPresse)

Credit Foto LaPresse

--- LAZIO ---

Federico MARCHETTI 6.5 – Al 16' vola all'angolino per togliere dalla porta un colpo di testa a botta sicura di Cacciatore, confermando di meritare la titolarità in biancoceleste. Ci si chiede come gli si potesse preferire Berisha.
Dusan BASTA 6 – Si dà il cambio sulla destra con Anderson e spinge sicuramente più del brasiliano. Ma entrambi non incidono.
Stefan DE VRIJ 6.5 – Positiva la prova della difesa biancoceleste. Lotta col fisico con Pellissier, avendo spesso la meglio senza soffrire mai. Fondamentale ai fini del risultato il suo gol, il primo in Serie A.
BASTOS 7 – Legge bene le situazioni e riesce sempre ad avere la meglio su Pellissier. Partita impeccabile se non per il gol subito.
Stefan RADU 5.5 – Pochissima spinta sulla corsia sinistra, ma questo è il lato dove la Lazio tende a coprirsi dando più responsabilità a quello opposto con la coppia Basta-Anderson. Non sempre attento.
Lucas BIGLIA 5 – Paga la trasferta con la nazionale e i voli transoceanici. Vistosamente stanco, perde il duello dei piedi buoni con Birsa.
Marco PAROLO 6 – Un suo colpo di testa nel primo tempo è l'unica conclusone – se così può essere definita – della Lazio nei primi 45'. Si sbatte, questo si, ed è più fresco di Biglia seppur con piedi meno educati (dall'89' Filip DJORDJEVIC s.v.).
Senad LULIC 5 – Con Biglia a ritmi bassissimi, prova a farne le veci ma i piedi non sono proprio gli stessi. Da mezz'ala non sembra rendere al massimo, meglio quando giocava più largo e avanzato. Sostituito (dal 66' Sergej MILINKOVIC-SAVIC 6 – Buon ingresso in campo: sostanza e una conclusione pericolosa).
Felipe ANDERSON 5.5 – Fa l'esterno a tutto campo, trovandosi in certe occasioni a lanciare dalla posizione di terzino il compagno Basta. Tanto sacrificio – forse troppo - ma match abbastanza anonimo.
Ciro IMMOBILE 5 – Sovrastato da Dainelli che non gli consente mai di mettersi in proprio. Quando riesce a liberarsi per un tiro, trova puntuale il muro giallo davanti a sé.
Ricardo KISHNA 4.5 – Mai in partita, giustamente sostituito a inizio ripresa (dal 52' Balde KEITA 6.5 – Subito nel vivo del match con l'assist per il pareggio di De Vrij. Sembra essersi reinserito nel gruppo al meglio, ora può solo crescere).
All.: Simone INZAGHI 6 – La Lazio cresce e tiene bene il campo, ma alcuni elementi potrebbero essere sfruttati meglio, vedi Felipe Anderson e Keita. Resta però da dire che dopo un'estate tribolata come è stata quella biancoceleste il giovane tecnico sta costruendo qualcosa che sembra poter avere futuro.
Serie A
Sarri: "Abbiamo troppi alti e bassi. Su Luis Alberto..."
14 ORE FA
Serie A
Probabili 10ª: Dybala e Sanchez dal 1', Nico Gonzalez con il Covid
IERI A 17:49