Le parole a caldo delle protagoniste di giornata dopo l’incredibile vittoria delle azzurre per 2-0 sulla Cina che ha regalto all’Italia il pass per i quarti di finale del Mondiale.

Milena BERTOLINI (Ct Italia)

Mondiali femminili
Il ct Bertolini: "Italia agli ottavi tanta roba"; Girelli dopo la tripletta: "Ora testa al Brasile"
14/06/2019 A 19:46
Un regalo meraviglioso quello che siamo riuscite a farci. Era una partita molto difficile e in alcune circostanze abbiamo fatto fatica a tenere palla, ma abbiamo saputo soffrire. Essere ai quarti di finale è un traguardo importantissimo che ci inorgoglisce e confidiamo nel pubblico italiano perché il loro supporto ci può spingere oltre i nostri limiti e diminuire le distanze rispetto alle prossime avversarie che incontreremo

Valentina GIACINTI (attaccante)

Sono felicissima. Aspettavo questo gol e ho lottato con tutte le mie compagne per ottenerlo. Non era facile, ma alla fine abbiamo ottenuto un successo importantissimo e voglio dedicare la mia rete a mio nonno. Io come Pippo Inzaghi? In verità mi piacerebbe essere paragonata ad Álvaro Morata

Laura GIULIANI (portiere)

Sono contentissima di quello che sto e stiamo facendo tutte insieme. Sinceramente ora come ora non mi sembra neanche di giocare un Mondiale. Vedo tutte le partite come se fossero amichevoli, cercando di godermele fino alla fine. Se penso al premio di miglior portiere del Mondiale? Non ci penso, sono sincera. Cerco di fare del mio meglio, la nostra forza è il gruppo. Le mie energie e i miei pensieri vanno al gruppo

Barbara BONANSEA (attaccante)

Siamo tre le prime 8 al mondo, è una cosa fantastica, dopo una partita durissima. Oggi ho corso tanto, ho fatto tanta fatica, ma giocavamo contro una squadra molto organizzata, dovevamo prenderle in contropiede, pressandole. Ci siamo riuscite e alla fine ho pianto. La nostra è stata una partita di sacrificio io dovevo correre da tutte le parti per fermarle, non ho segnato ma ci ha pensato qualcun'altra e va bene cosi. Ho sempre detto che non c'è nulla di scritto, siamo state formidabili. Arrivare prime nel girone è stata la chiave. Paesi Bassi o Giappone? Sono due squadra difficili, ma ci devono temere anche loro, visto che siamo arrivate fin qui

Gabriele GRAVINA (Presidente FIGC)

È un risultato straordinario per la nostra Nazionale e per l’intero movimento calcistico italiano, non solo femminile. Raggiungere i quarti di finale con un’altra prestazione maiuscola è quanto di meglio potevamo aspettarci. Queste straordinarie ‘Ragazze Mondiali’ stanno scrivendo la storia

Le stelle dell'Italia femminile che è tornata al Mondiale dopo 20 anni

Calcio
Linari: "Sogno di dedicare un gol alla mia compagna. Omosessualità? In Italia si ha paura"
18/10/2019 A 18:15