Tanta Roma, tanto Milan, pochissima Inter: è questo il verdetto della decima edizione degli Oscar dell'Assocalciatori che ha visto Kakà, Ronaldo e Francesco Totti aggiudicarsi i premi più importanti. E visto che i riconoscimenti vengono assegnati in base ai voti dei giocatori di Serie A e che sono relativi alla scorsa stagione, stupisce non poco l'assenza dei campioni d'Italia da tutte le categorie più importanti.
Zlatan Ibrahimovic viene infatti battuto da Kakà nella categoria di miglior giocatore straniero, Roberto Mancini non è neanche fra le nomination per il miglior allenatore (e il premio se lo aggiudica Luciano Spalletti), Angelo Peruzzi viene preferito a Julio Cesar nella categoria del miglior portiere e il solo Marco Materazzi, scelto come miglior difensore, dà un tocco nerazzurro al palmares del 2007.
Il vero mattatore della serata targata Sportitalia è Francesco Totti, e non solo per i premi di miglior cannoniere e di miglior giocatore italiano. Perfettamente a suo agio sul palco dal quale sale e scende più di una volta per ricevere e consegnare premi, il capitano della Roma confessa che quella passata è stata la sua miglior stagione "in tutto". "Sono resuscitato e migliorato ancora di più", spiega, confessando poi di sognare un gol in rovesciata da realizzare contro l'Inter e di alzare a fine stagione la Champions League che "è l'obiettivo mio e della società. Ma sarà difficile, così come sarà difficile vincere lo scudetto visto il rullo compressore che abbiamo davanti".
Serie A
L'Inter rallenta, la Roma ci crede
28/01/2008 A 12:09
Totti si diverte, ma i premi più importanti vanno a due giocatori del Milan, e cioè a Kakà, che si aggiudica il riconoscimento come miglior straniero e come miglior giocatore assoluto, e a Ronaldo eletto 'Campione dei campioni', cioè il migliore del decennio. Anche il Fenomeno contribuisce a rendere piacevole la serata con il suo commento autoironico al gol segnato da Riccardo Zampagna contro la Fiorentina, scelto come la rete più bella del 2007: "Io non ci provo neanche a fare una cosa così. Ci vuole uno molto flessibile e io non lo sono".
Accompagnato dalla moglie Carolina, Kakà aggiunge altri due riconoscimenti a una lista infinita di premi ricevuti nel 2007: "Ho vinto tutto con il Milan e tutti i premi individuali che potevo vincere. Ora voglio raddoppiare tutto quello che ho vinto finora. E in estate ci sono le Olimpiadi, il Brasile non ha mai vinto l'oro nel calcio e farò di tutto per giocarle".
Roberto Rosetti vince ancora il premio come miglior arbitro, Riccardo Montolivo è il miglior giovane della scorsa stagione, il premio fair-play va alla Fiorentina mentre il giocatore più amato dai tifosi è Gianluigi Buffon.
Serie A
Cagliari-Roma, pagelle: Pellegrini illumina, Pavoletti combatte
UN GIORNO FA
Serie A
Roma brutta e vincente: Pellegrini rimonta il Cagliari, è 2-1
IERI A 18:21