Dopo le visite mediche è tempo di presentazioni per Adrien Rabiot, il nuovo rinforzo del centrocampo della Juventus arrivato a parametro zero dal PSG dopo un corteggiamento durato diverse stagioni. Quest’estate però era arrivato il momento di cambiare aria e per questo Rabiot ha scelto di fare un salto di qualità scegliendo di legarsi alla Vecchia Signora, che è così riuscita a mettere sotto contratto un giocatore che inseguiva da tanto tempo.

Il momento giusto per scegliere la Juventus

Con la Juventus ci sono stati molti contatti anche in passato ma era un altro periodo della mia vita. Oggi era arrivato il momento giusto per me per venire qui e quindi eccomi qui. Arrivo qui dopo sette anni in Ligue 1 con la voglia e la determinazione di vincere che mi ha accompagnato nella mia esperienza francese.
Calciomercato
Juventus: ufficiale l'acquisto di Rabiot, per lui ingaggio di 7 milioni netti a stagione
01/07/2019 ALLE 18:02

La Juventus è un gradino sopra al PSG

Sicuramente sbarco in un grande club, molto prestigioso, che ha sicuramente una grande esperienza a livello europeo anche se ha avuto qualche complicazione negli ultimi anni. Arriva spesso in fondo in Champions, quindi per come la vedo io sicuramente è un gradino sopra il PSG, questo mi ha ispirato molto. Anche la presenza di Ronaldo ha avuto un suo peso, ho giocato con grandi campioni e grandi fuoriclasse, che mi hanno aiutato ad alzare il livello del mio lavoro. Ronaldo è un grandissimo campione e qui ci sono anche altri grandi campioni ed è chiaro che questo ha avuto un peso, perché sapevo che si tratta di un grande club e che lo spogliatoio è un ambiente positivo.

I consigli di Buffon...

Nella stagione passata ho parlato molto con Buffon, mi ha dato tantissimi consigli e mi ha parlato molto della Juve ovviamente, perché conosce benissimo la squadra e il club e secondo me era la persona migliore con cui parlarne. La sua opinione ha contato tantissimo per me, Gigi è una persona con cui ho passato una stagione non solo come compagno, ma con cui ho avuto molti scambi anche a livello personale. Sicuramente ha avuto un ruolo. Mi ha detto un sacco di cose interessanti, soprattutto che se volevo andare oltre nelle mia carriera e fare uno scatto in avanti sicuramente una stagione o due alla Juventus era il modo migliore per farlo, perché avevano un valore più grande che in un altro club. Ho apprezzato molto questo consiglio e lo ascolto tanto.
Serie A
Juventus: non solo Rabiot, anche Ramsey posa in maglia bianconera
01/07/2019 ALLE 12:34
Serie A
Abodi: "Forse la Juve non è l'unica, ma solo la punta estrema"
IERI ALLE 14:47