La gara Torino-Sassuolo può saltare. La conferma arriva direttamente da Carlo Picco, direttore della ASL di Torino, che a Radio Punto Nuovo ha spiegato ad oggi la situazione legata al cluster in casa granata: "Ci comportiamo a seconda delle fasi epidemiche che affrontiamo. C'è il tema della variante inglese che sta circolando molto e che ci ha portato a mini zone rosse anche in Piemonte e pertanto la tensione è altissima. Di fronte a un cluster con suggestioni importanti di variante inglese come nel Torino, con diffusione sia tra i calciatori sia tra le persone a loro vicine, ci ha fatto riflettere su questa tematica. Torino che non giocherà? Si stanno facendo accertamenti e tamponi giorno per giorno per capire se si è contenuta la diffusione. Non c'è una parola definitiva su questo tema: ad oggi siamo in allerta per la partita con il Sassuolo e c'è la possibilità che non si giochi. Se non ci fosse stata la variante inglese allora non avremmo preso questa posizione. Il Torino rischia di fermarsi una partita: entro domani (giovedì, ndr) sarà presa una decisione".

Altro positivo: niente allenamento

Piove sul bagnato in casa Torino: dopo i due casi riscontrati prima della gara contro il Cagliari e la sospensione degli allenamenti decisa dall’Asl, un nuovo tampone effettuato nella giornata odierna ha dato esito positivo per un membro del gruppo squadra.
Serie A
Torino-Sassuolo a rischio rinvio: 7 positivi nei granata
23/02/2021 A 12:12

Giroud, Ronaldo, Van Basten: le migliori rovesciate in Champions

Serie A
Pagellone 23ª: Inter senza rivali, Muriel top player
23/02/2021 A 08:23
Calciomercato 2020-2021
Nedved: "Locatelli? Fatta offerta congrua, lui vuole la Juve"
UN GIORNO FA