Il presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino, ha preso posizione sulla decisione odierna del Mibact che ha di fatto negato alla Fiorentina la possibilità di abbattere lo Stadio Franchi per costruire un nuovo impianto. Queste le parole di Dal Pino comparse in un comunicato:
"Condivido l’amarezza e le riflessioni del presidente della Fiorentina Commisso dopo la comunicazione di oggi da parte del Mibact. E’ triste dover constatare come in Italia la burocrazia blocchi e rallenti qualsiasi investimento volto a creare valore. La città di Firenze ha trovato un imprenditore innamorato della squadra di calcio, pronto a investire cifre importanti e il solito masochismo italiano fa di tutto per farlo scappare. Oggi è stato approvato un progetto di riforma e ristrutturazione del Franchi in cui la Fiorentina non crede e non investirà, per cui mi chiedo a cosa sia servita una decisione del genere, se non a lasciar abbandonato lo stadio visto che non sarà ristrutturato. Mi spiace per la tifoseria viola e per gli appassionati di calcio, Commisso già col nuovo centro sportivo di allenamento ha dimostrato cosa è in grado di fare e avrebbe certamente trasformato in un gioiello il Franchi, che invece è destinato a diventare l’ennesima cattedrale di cemento nel deserto".
Serie A
Genoa-Fiorentina: probabili formazioni e statistiche
IERI A 15:00

Commisso: "Per lo stadio non sono i soldi il problema, ma voglio farlo subito"

Serie A
Gasperini: "Ko per gli episodi, spero si faccia chiarezza"
11/09/2021 A 21:59
Serie A
Atalanta-Fiorentina 1-2, pagelle: Vlahovic glaciale, Maehle flop
11/09/2021 A 21:14