“Il 23 febbraio abbiamo disposto una quarantena domiciliare per tutto il gruppo squadra del Torino di almeno sette giorni e ribadisco che la quarantena di quel gruppo durerà fino alla mezzanotte di martedì 2 marzo”. Lo racconta alla Gazzetta dello Sport il dottor Roberto Testi, direttore del dipartimento di Prevenzione dell’Asl Città Torino.
Lazio-Torino in programma domani martedì 2 marzo alle 18:30 all’Olimpico di Roma va dunque verso il rinvio ma la Lega deciderà quest’oggi e al momento tiene il punto sulla regolare disputa del match di campionato. Nel frattempo non sono emerse nuove positività nel gruppo squadra Torino. Chiarisce Testi:
“Se, per la seconda volta di fila, il risultato sarà ancora senza ulteriori positività da mercoledì mattina i componenti di questo gruppo squadra potranno riprendere a fare il loro mestiere e scioglieremo la quarantena. Ci troviamo di fronte a un focolaio infettivo diverso, a causa della presenza della variante inglese, e l’incubazione di questa malattia può essere anche di dieci giorni. Per questo motivo, visto che il nostro unico scopo è la tutela della salute pubblica, devono essere prese tutte le misure di sicurezza necessarie”.
Serie A
Torino, non ci sono nuovi positivi: si gioca con la Lazio?
28/02/2021 A 14:26

Furia Mourinho: "Rinvio gara col Fulham poco professionale"

Serie A
Lazio-Torino verso il rinvio: l'Asl non autorizza viaggio
26/02/2021 A 18:24
Serie A
Napoli-Lazio, 5 verità: anche senza Osimhen azzurri da Scudetto
UN' ORA FA