Aaron Ramsey provoca la Juventus dal ritiro del Galles. Alexis Sanchez lancia messaggi sui social a Simone Inzaghi. Zlatan Ibrahimovic freme per tornare, ma non può forzare perché a 40 anni appena compiuti il fisico non gli permette più recuperi veloci. Sono tre casi, molto diversi tra loro, di calciatori di Serie A con stipendi faraonici che non stanno rendendo quanto i loro club (e tifosi) si sarebbero aspettati. Se Ibra merita un discorso a parte, i tormenti fisici di Ramsey e Sanchez sembrano essere molto simili (anche a livello di timing) e sono antitetici all’ingaggio percepito ogni anno dalla loro società. Oltre a loro ci sono anche Arthur, Vidal e Manolas.

Il caso Ramsey: gioca più con il Galles che con la Juventus

Le statistiche ci dicono che da marzo ad oggi Aaron Ramsey ha giocato più minuti nel Galles (447) che in bianconero (376). Un dato allarmante per la Juventus, che stride con le recenti dichiarazioni del giocatore dal ritiro della Nazionale. L’ex centrocampista dell’Arsenal, nonostante con 7 milioni netti di ingaggio sia il terzo più pagato della rosa dopo De Ligt (che attualmente guadagna 10) e Dybala (7,3 premi compresi), ha messo insieme la miseria di 3031 minuti giocati in due anni e tre mesi di bianconero. In pratica arriva a costare in media 5196 euro ad ogni minuto trascorso sul terreno di gioco. Una follia, a maggior ragione per un giocatore che non è ancora riuscito a giocare due partite intere consecutivamente con la Juventus.
Serie A
Ramsey: "Gli infortuni? Nel Galles mi gestiscono meglio"
07/10/2021 A 17:30

Aaron Ramsey, Juventus, luglio 2021 (Getty Images)

Credit Foto Getty Images

Sanchez si lamenta, ma non è mai a disposizione

Ultimamente il cileno su Instagram ha manifestato (in maniera nemmeno troppo celata) il suo dissenso alle scelte di Simone Inzaghi che, secondo il suo pensiero, lo utilizza troppo poco. La verità è che Sanchez, dal suo approdo all’Inter datato 2019, è entrato ed uscito dall’infermeria con una regolarità impressionante. Solo 11 reti segnate in 3015 minuti giocati, numeri che non possono rendere accettabile uno stipendio annuo di 7 milioni di euro netti. L’ex Nino Maravilla costa in media al club nerazzurro 5224 euro, non una cinfra congrua alla spending review imposta dalla dirigenza dell’Inter nell’ultima sessione di mercato.

Alexis Sanchez, Inter 2020-2021 (Getty Images)

Credit Foto Getty Images

Ibra ha un doppio ruolo, ma il 2021 è stato un incubo

Zlatan Ibrahimovic entra in questa lista di nomi solo per un 2021 molto deludente: appena 1172 minuti giocati da gennaio ad oggi in tutte le competizioni. Il suo, però, è un discorso diverso, visto che con la sola leadership ha permesso la crescita dei tanti giovani talentuosi del Milan e che per Maldini, Massara e Gazidis rappresenta un punto di riferimento globale, anche a livello di immagine. Quando il fisico glielo ha consentito, inoltre, Ibra il suo dovere lo ha sempre fatto, visto che dal suo ritorno al Diavolo nel dicembre 2019 ha messo a referto ben 29 reti in 48 presenze. Lo stipendio per lui resta comunque altissimo e, calcolando i suoi 3473 minuti giocati in questa seconda avventura milanista, la media di costo al minuto risulta essere 3383 euro. Non pochissimo.

Gli altri: Vidal, Arthur e Manolas, troppi problemi fisici

I 6,5 milioni di euro a stagione di Arturo Vidal (tre gol segnati con la maglia dell’Inter), i cinque più bonus di Arthur (32 presenze negli ultimi 15 mesi), i quattro di Kostas Manolas, che a Napoli ha perso il posto da titolare dopo una serie infinita di partite insufficienti, sono altri esempi calzanti di una ricompensa economica contraddittoria rispetto al rendimento sportivo. Calciatori iper pagati che non fruttano come sperato (e come dovrebbero), che spesso sono infortunati e che risultano poco appetibili sul mercato proprio a causa del lauto ingaggio. La situazione del calcio italiano è andata peggiorando anche a causa di questi tipi di operazioni, che difficilmente verranno ancora attuate (e tollerate) in futuro.

La Flop 11 della Serie A 2019-2020: Balotelli, Ramsey e Lozano che delusioni!

Serie A
Il Cile non convoca Sanchez: continua il recupero ad Appiano
24/08/2021 A 13:05
Serie A
Ibra: "Al Milan per tutta la vita e voglio lo Scudetto"
IERI A 21:35