Juventus-Inter, match valido per la 31esima giornata di Serie A, è terminato sul punteggio di 0-1, frutto della rete di Hakan Calhanoglu su calcio di rigore. La gara è stata arbitrata da Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia. Con questo risultato l'Inter si rilancia in chiave corsa allo Scudetto, la Juventus probabilmente ne esce definitivamente dovendosi guardare dalla Roma per blindare il quarto posto-Champions. Qui di seguito i voti ai protagonisti della partita per capire l'andamento della gara, anche in ottica Fantacalcio.
Serie A 2021-2022, la classifica aggiornata | Serie A 2021-2022, calendario e risultati | Serie A 2021-2022, la classifica marcatori aggiornata

Le pagelle della Juventus

Serie A
L'Inter batte la Juve! Decide un rigore di Calhanoglu: 1-0 allo Stadium
03/04/2022 A 17:02
Wojciech SZCZESNY 6 – Arriva sul primo rigore di Calhanoglu, non sul secondo. Incolpevole.
DANILO 5,5 – Partita in affanno, senza mai pungere sulla corsia di destra. Meno impattante rispetto ai suoi standard.
Matthijs DE LIGT 6 – Qualche sporcatura, ma non affonda mai. Roccioso.
Giorgio CHIELLINI 6 – Vedi sopra, controlla con esperienza Dzeko e Lautaro: la coppia difensiva bianconera non concede nulla agli avanti nerazzurri, pur con qualche piccola imprecisione.
Alex SANDRO 5,5 – Fatica a contenere Dumfries e con Morata è responsabile del penalty che determina il match. (73’ DE SCIGLIO 6 – Prova ad accompagnare dal basso gli ultimi assalti).
Manuel LOCATELLI 6 – Derby d’Italia subito in salita per lui, con un colpo da (quasi) knock out subito da Lautaro. Si riprende stoicamente ma dà forfait per un guaio alla gamba che rischia di tenerlo a lungo ai box. (34’ Denis ZAKARIA 6,5 – Sfiora l’eurogol con esaltante percussione centrale. Risorsa preziosa per Allegri e per la Juve che verrà)
Adrien RABIOT 6,5 – Una delle sorprese di serata. Parte a spron battuto e fa male ai diretti avversari col cambio passo. Scatti e riaggressioni, prestazione che va premiata nonostante qualche pausa. (84’ ARTHUR sv)
Juan CUADRADO 6,5 – Guizzante sulla fascia destra, è sicuramente un fattore sul suo versante (84’ BERNARDESCHI sv)
Paulo DYBALA 6,5 – Parte con l’argento vivo addosso, inventa e scherma Brozovic. Cala fisiologicamente ma la prestazione c’è stata
Alvaro MORATA 6 – Lavora egregiamente a servizio di Vlahovic, con sponde geniali e giocate di prima intenzione, specialmente nella prima parte. Mezzo punto in meno per il fallo da rigore, comunque veniale. (73’ KEAN 5,5 – Non incide nel finale).
Dusan VLAHOVIC 5,5 – Skriniar gli mette la “museruola” ma in un fazzoletto il serbo se lo beve e sfiora il gol dell’anno, alla Bobo Vieri. Troppo poco per salvare una prestazione poco impattante nel complesso. Deve ancora crescere per determinare certe gare.
All. Massimiliano ALLEGRI 6,5 – Non si può essere schiavi del risultato nelle valutazioni, la partita l’ha fatta la Juventus e non avrebbe meritato di perderla. A Max Allegri oggi si può imputare poco niente. Da riproporre il 4-2-3-1... E da riproporre Zakaria.
https://i.eurosport.com/2022/04/03/3349422.jpg

Le pagelle dell’Inter

Samir HANDANOVIC 5,5 – Tante defaillance, sparse, salvato più che altro dalla traversa e dalla fortuna. Serata “horror” per lui anche con clean sheet in saccoccia. Sembra un paradosso ma non lo è.
Danilo D’AMBROSIO 6,5 – Scelto da Simone Inzaghi nel momento più delicato, non tradisce. “Nato pronto”.
Milan SKRINIAR 6,5 – Prende le misure a Vlahovic come il più navigati dei sarti. Gli sfugge solo in una circostanza, quando il serbo tira fuori dal cilindro una giocata stratosferica.
Alessandro BASTONI 5,5 – Tante imprecisioni oggi. Un difensore deve come prima cosa “saper difendere” e oggi il Nazionale azzurro non difende bene su Cuadrado rischiando più volte la frittata.
Denzel DUMFRIES 6,5 – Spacca la partita incuneandosi tra Morata e Alex Sandro e portando a casa il penalty. La vendetta è un piatto che va servito freddo. (60’ DARMIAN 6,5 – Ingresso coraggioso: in trincea non trema e salva alcuni palloni sanguinosi)
Marcelo BROZOVIC 7 – Avvio complicato con la marcatura asfissiante di Dybala, poi prende quota e smista palloni da par suo. Straordinario in fase di interdizione e in generale c’è un’Inter con Brozovic e una senza... (78' GAGLIARDINI sv)
Nicolò BARELLA 6 – Non può essere l’incursore della prima parte di stagione perché lòa condizione è quella che è, ma ci mette la tigna.
Hakan CALHANOGLU 6,5 – Sbaglia il primo penalty ma con la complicità di de Ligt non fallisce la seconda chance concessagli. La palla scottava e i nervi non hanno tradito. In gol contro Milan e Inter: non male... (78’ VIDAL sv)
Ivan PERISIC 6 – Anonimo sulla fascia sinistra nella prima frazione, soffre la verve di Cuadrado ma sa come rendersi utile dietro. Fondamentali un paio di recuperi davanti ad “Handa”. Gara in crescendo.
Lautaro MARTINEZ 5 – Molto male. Senza troppi giri di parole, l’ombra del giocatore dello scorso anno. Bocciato. In quel liscio nel primo tempo su assist invitante dalla destra è racchiuso tutto il suo momento. (59’CORREA 5,5 – Ingresso in gara “molle”.)
Edin DZEKO 5,5 – Partita di sacrificio, senza mai incidere davanti. Come per tanti compagni di squadra la condizione +è quella che è... (90’ GOSENS)
All. Simone INZAGHI 6 – Inter con poche idee e nemmeno così compatta in campo. Per citare “E’ stata la mano di Dio” nel momento clou della stagione l’Inter di Simone Inzaghi si è disunita. Ma è ancora lì, forse al di là dei propri meriti. E questa è la bellissima notizia da portare a casa insieme ai tre punti dalla casa degli odiati rivali.

Allegri show: "Se indovinate la formazione è perché ve la dicono"

Calciomercato
Dalla Francia: "Neymar via dal PSG". Inter: Sanchez blocca Dybala
5 ORE FA
Calciomercato
Galliani: "Sensi al Monza? Ha 2 giorni per decidere. Su Icardi..."
9 ORE FA